Pet Therapy

Pet teraphy_H_EDRA

Pack di Edra

Quando il design ha a che fare con la fascinazione per il mondo animale, nascono prodotti dall’innegabile carica ludica ma anche grintosi, sensuali e di grande impatto scenico

Per Emanuele Coccia, filosofo italiano di stanza a Parigi e autore di La vita delle piante (2018), Métamorphoses (2020) e Filosofia della casa (in uscita a giugno 2021), le metropoli del futuro dovranno avere come paradigma il parco zoologico e botanico, in cui le specie si incontrano e convivono in armonia. Anche le nostre case dovrebbero rispecchiare questo modello. In effetti, la tendenza del micro-gardening e l’aumento esponenziale del numero di animali da compagnia durante i vari lockdown sono chiari esempi di questa rivoluzione. Verde e pet – dai cani ai gatti, dai roditori agli uccellini e finanche a maialini, caprette e mucche! – sono balzati alla ribalta della cronaca non solo per una rinnovata coscienza ecologica ma, soprattutto, per il loro potere confortante: rimedi privi di effetti collaterali contro le ansie generate dalla pandemia.

Mondo naturale, allora, come nuova frontiera. Per chi ne è attratto ma non se la sentisse di prendere con sé un animale (o un vegetale), moda e interior design hanno, da sempre, permesso loro di manifestare questa affezione senza troppi crucci. Quasi tutti gli stilisti, infatti, hanno attraversato una fase animalier, provando a imitare manti di felini, squame e piumaggi tropicali, forme e colori di insetti e rettili. È venuto, poi, il turno dei progettisti, che hanno trasformato gli spazi domestici in scenografiche giungle da abitare in cui leopardi, zebre, elefanti, orsi, tartarughe, scimmie e ogni sorta di volatili e insetti diventano colorati coinquilini della nostra quotidianità.

Così, per chi ama un’ambientazione wild, Citco Privè propone la credenza Malawi e il cabinet Gibuti: la prima raffigura un ipnotico branco di zebre in marmo bianco e nero; il secondo ritrae la giungla notturna con leopardi scolpiti in una varietà di marmi colorati. Leopardi anche con Sahrai che, nella collezione Noor, propone questa maestosa stampa animalier in rilievo di lana su sfondo di seta. Andrey Budko presenta la sua personalissima versione di quest’animale al SaloneSatellite: Hear My Roooar è un tappeto che unisce ricordi di fiabe e flashback della sua infanzia, artigianato e nuove tecnologie. Imperfetto Lab, invece, sceglie il re della foresta ma lo pone in quello che è l’antitesi del luogo selvaggio, il circo: così, il suo leone ruggente salta attraverso un cerchio luminoso, creando un’atmosfera onirica e potente. Per gli elefanti, passiamo a Vitra: l’Eames Elephant è un oggetto d’arredo versatile – seduta, tavolino o divertissement per i bimbi. Ispirandosi alla vegetazione e alla fauna tipica del Madagascar, Jannelli & Volpi propone la carta da parati Lemuri, un tripudio di primati tra palme e banani.‎

pet therapy citco

Credenza Malawi e cabinet Gibuti, Citco Privè 

pet therapy Sahrai

Collezione Noor, Sahrai

pet therapy Budko_2

Hear My Roooar design di Andrey Budko

pet therapy imperfetto Lab

Imperfetto Lab

Pet-Therapy_Vitra

Eames Elephant, Vitra

pet therapy_ Jannelli e Volpi

Lemuri, Jannelli & Volpi

Salone del mobile Salone del mobile

L’orso è una sorta di star per il design: trasversale a stili, spazi ed età, assume anche valenze di riflessione sociale come in Pack di Edra, un divano che ricorda uno strato di ghiaccio galleggiante alla deriva, su cui riposa un grande orso. Al di là di considerazioni ambientali, Pack è uno spazio aperto di gioco e di vita, un nido caldo, un angolo di intimità. Più leggero Toy di Kartell, che reinterpreta l’iconico orsetto della maison Moschino, dando vita a una lampada da tavolo dallo stile giocoso e irriverente. La versione cinese dell’orso è il panda, simbolo di tutte le specie a rischio. Bernardo che significa forte e coraggioso come un orso – di Bosa è un fiero capo tribù: un’armatura, la corona di foglie e i rami bamboo lo rendono un eroe pronto a combattere per difendere tutti gli animali.

Ma, forse, la categoria animale più amata dai designer è quella dei volatili: piccoli o grandi, fantastici o esotici, trovano alloggio in qualsiasi tipo di arredo. A cominciare da Twitty, tavolo scultoreo di Da a caratterizzato dal top ovale con una particolare finestrella in vetro che lascia intravedere l’uccellino adagiato sulla gamba del tavolo. Visionnaire trae ispirazione dai bestiari del mondo antico e fissa la seducente ma fragile bellezza del pavone nell’omonima seduta, un’opera d’arte in equilibrio tra mondo reale e immaginifico. Ora Sulo, Pallas, Siiri, Kirassi e Palturi sono i nomi dei cinque uccelli – in finlandese Linnut – nati dalla collaborazione tra Iittala e Magis: luci spiritose, poetiche e rassicuranti che creano quell’atmosfera hygge tanto cara ai danesi. Wall&Decò, invece, ci porta in Sudamerica con i variopinti tucani di The Groovers, un’ispirazione creativa che gravita tra iperrealismo fotografico e grafica, ricerca e immediatezza formale. Infine, Smeg aggiunge un pizzico di poesia alla collezione Dolce Stil Novo con le griglie artistiche Uccellini dei suoi bruciatori.

Variazione – non trascurabile – sul tema è la fauna preistorica, che porta Qeebo a presentare Turtle Carry Bookcase, un’originale libreria posta sul carapace di una gigantesca tartaruga ultracentenaria, mentre Seletti con le sue Jurassic Lamp riaccende un pezzo dell’era Mesozoica. Termina questa rassegna la collezione ludica e magica di Matteo Cibic Animagic: uno strano mix di umorismo, lusso e utilità antropomorfa che prende forma dai sogni surreali e metafisici del progettista.

pet teraphy Edra

Pack, Edra

Pet-Therapy_Kartell

Toy, Kartell

Pet-Therapy_Bosa

Bernardo, Bosa

Pet-Therapy_DA-A

Twitty, Da a

Pet-Therapy_Visionnaire

Pavone, Visionnaire

Pet-Therapy_Magis

Linnut, Magis

Pet-Therapy_Wall&Deco

The Groovers, Wall&Decò

Pet-Therapy_Smeg

Uccellini, Collezione Dolce Stil Novo, Smeg

Pet-Therapy_Qeeboo

Turtle Carry Bookcase, Qeebo

Pet-Therapy_Seletti_2

Jurassic Lamp, Seletti

Pet-Therapy_Cibic

Animagic, Matteo Cibic

Salone del mobile Salone del mobile

Per chi, invece, avesse un pet in carne e ossa, consigliamo Pet-tecture. Design per animali domestici: 288 pagine piene zeppe di cucce, giochi e gabbie per animali di tutte le taglie e dimensioni, progettati da architetti e designer come Nendo, Kenya Hara, MAD Architects, Snøhetta, Shigeru Ban e Sou Fujimoto. Perché, come disse Anatole France, Until one has loved an animal, a part of one's soul remains unawakened.

28 agosto 2021