Focus on DWA

19_Wallpaper Alberto strada

Wallpaper Handmade,2018 Ph Alberto strada

DWA Design Studio sono Alberto e Frederik, che hanno iniziato il loro percorso progettando alcuni degli allestimenti più immersivi di Milano – soprattutto per la moda. Poi sono arrivati uffici, spazi commerciali e progetti ancora più sperimentali, oltre che ovviamente, tanti altri allestimenti realizzati con grande attenzione ai più minimi dettagli. Tutto raccontato in un botta e risposta dal loro studio di Milano, in zona Nolo, in uno dei suggestivi vecchi spazi dello storico panettonificio Giovanni Cova

0_Frederik De Wachter e Alberto Artesani

Frederik De Wachter and Alberto Artesani (DWA), Ph Alberto Strada

Nome: Frederik De Wachter – Alberto Artesani, insieme DWA Design Studio.

Luogo dove lavorate: nella zona nord di Milano, in un grande open space nato nel secolo scorso come piccola fabbrica di cioccolato.

Il vostro account su instagram: @dwa_design_studio.

Descrivete di che cosa si occupa il vostro studio: ci occupiamo di interior design per spazi commerciali (retail, ospitalità, uffici) e residenziali; allestimenti fieristici, eventi e mostre, e installazioni temporanee per vetrine. Saltuariamente da questi lavori prendono forma oggetti che diventano progetti con nuove identità.

Dove avete studiato?
AA: Alla facoltà di architettura del Politecnico di Milano.
FDW: Alla facoltà di architettura Sint-Lucas di Gent in Belgio, con un periodo di Erasmus al Politecnico di Milano.

3_Elle Decor at Work

Elle Decor at Work, 2019, Ph Alberto Strada

Il progetto che state seguendo in questo momento: gli interni del building di uffici Proworking a Milano per Wellio/Covivio, il secondo piano dedicato alla moda maschile della Rinascente in Piazza Fiume a Roma dentro l’iconico edificio disegnato da Albini e Helg, una residenza privata sul lago di Como e un hotel a Grado.

Il progetto che sognate un giorno di realizzare:
AA: una casa prefabbricata.
FDW: un museo.

Il progetto che vi ha più influenzato:
AA: i progetti di Le Corbusier e il design anonimo.
FDW: forse inconsciamente la fontana di Aldo Rossi a Segrate. Per accedere alla facoltà dovevamo farne le planimetrie e un modello in scala – mi ha fatto conoscere l’Italia.

Un elemento / dettaglio che non può mancare in ogni vostro progetto:
AA: il colore.
FDW: un materiale inaspettato.

13_Elle Decor Onlife

Elle Decor Onlife, Ph Matteo Imbriani

Centro città o geografie remote?
AA: città remota.
FDW: per vivere il centro città, per le vacanze i luoghi remoti.

Qualcosa che avete in casa e che avete disegnato voi:
AA: Un tavolo, un tappeto, un armadio, un vaso.
FDW: Un vaso in ceramica fatto da me durante un corso tenuto dai nostri amici di Riogrande.

Cosa vi piace regalare? Fiori.

Se in casa poteste costruire un passaggio segreto, dove porterebbe?
AA: in spiaggia in Grecia.
FDW: su una barca.

15_Il Lazzaretto_ph. Anna Bratveit

Il Lazzaretto, Ph Anna Bratveit

Cosa fate di solito la domenica?
AA: mi lascio trasportare dal tempo e dalle persone.
FDW: una gita al mare o un'escusione in montagna. Quando piove, a casa con i gatti.

Il vostro posto preferito a Milano
AA: seduto al tavolino di un bar ad osservare le persone.
FDW: il tetto del Duomo.

Emmanuelle Simon vi chiede: qual è la parte preferita del vostro lavoro? Ogni inizio di un nuovo progetto significa un approfondimento di una nuova tematica. Si impara sempre qualcosa di nuovo!

Volete fare una domanda all'intervistato che verrà dopo di voi? Design firmato o anonimo?

6_Rinascente Roma Fiume_ph. Alberto Strada

Rinascente Roma Fiume, Ph Alberto Strada

8_Swarowski_ph. Alberto Strada

Swarowski, 2018, Ph Alberto Strada

9_Hacker, Alcova

Hacker, Alcova 2019, Ph Alberto Strada

12_Elle Decor Next

Elle Decor Next, Ph Tommaso Sartori

16_Milaura

Milauraph, Ph Alberto Strada

17_studio DWA,

DWA Milan Studio, Tides Wallpaper for Texturae, Ph Coco Maximilian

G10_Silipol Studies

Silipol Studies,  Ph Italo Perna – Polifemo fotografia

Salone del mobile Salone del mobile
23 dicembre 2021