Cherine Magrabi: la filantropia? È rispondere a un bisogno

2018_HOUSE OF TODAY DESIGN BIENNALE_ELEVATE header

2018 HOUSE OF TODAY DESIGN BIENNALE ELEVATE

La fondatrice e curatrice di House of Today, organizzazione non profit di base a Beirut che sostiene giovani designer libanesi, si avvicina ai 10 anni di attività durante i quali ha lanciato nomi come Khaled El Mays, David/Nicolas, Stéphanie Moussallem, Carlo e Mary-Lynn Massoud

“Scalda il cuore vedere a Milano tanti designer libanesi, riuniti qui per far vedere il loro lavoro”. Cherine Magrabi Tayeb, imprenditrice e mecenate, è direttrice creativa e della comunicazione della catena di ottica di famiglia Magrabi con oltre 200 punti vendita di lusso in Medio Oriente. Soprattutto, è la fondatrice e curatrice dell’organizzazione non profit House of Today che a Beirut aiuta e supporta i giovani designer. Magrabi ha partecipato all’Open Talk del “supersalone” dedicato alla filantropia.

Cherine Magrabi By Diego Ravier

Cherine Magrabi By Diego Ravier

Come è nata House of Today? Qual è il ruolo della filantropia?
La filantropia è l’arte della generosità. Se qualcuno ha bisogno di qualcosa, tu puoi aiutarlo e fare la differenza come individuo. Se c’è una necessità, tu puoi essere presente. In Libano c’erano molti giovani designer, con tanto talento ma nessun sostegno. Ho solo cercato di prenderli per mano e sostenerli. Appena abbiamo visto i risultati di questo lavoro, abbiamo ampliato il programma adattandolo di volta in volta alle esigenze della situazione.
Il Covid ha cambiato questo approccio?
Possiamo dire che il Covid è un problema secondario in Libano visto che nel Paese è in corso una grave crisi economica. È difficile per i designer produrre le proprie opere. In più c’è stata l’esplosione di Beirut nell’agosto 2020. La zona del porto, dove è avvenuta, rappresentava un’area della città in cui si erano insediati diversi laboratori creativi e molti designer avevano là il proprio spazio. Per esempio, David/Nicolas: nella deflagrazione hanno perso il loro studio. Noi abbiamo cercato subito di portare un aiuto concreto, raccogliendo donazioni per permettere loro di tornare subito in pista. Abbiamo offerto sostegno finanziario e morale. Un designer ha bisogno di un ambiente stimolante.
2020_HOUSE OF TODAY_R & COMPANY_COLORFUL SCULPTURES_SAYAR & GARIBEH_Ph.Carl Halal_1

2020 HOUSE OF TODAY R & COMPANY COLORFUL SCULPTURES SAYAR & GARIBEH Ph.Carl Halal

In che modo cercate di promuoverlo?
Quando conosciamo i designer, esploriamo a fondo la loro disciplina e cerchiamo di metterli in dialogo con qualcosa di completamente diverso da quello a cui sono abituati. Abbiamo un programma che permette loro di lasciare il Paese per evolvere, lontano da casa, per esempio. Inoltre, cerchiamo sempre di promuovere lo scambio con gli artigiani. Prendiamo il caso di Stéphanie Moussallem: ha potuto lavorare con i maestri del centro storico di Napoli, sperimentando tecniche tradizionali come l’intaglio del legno in collaborazione con Made In Cloister, all’interno della prossima Edit Napoli (dal 29 al 31 ottobre, ndr). Oppure il duo Sayar & Garibeh: il loro stile pulito e minimale, dopo il bellissimo tavolo Morph realizzato insieme a Katie Stout, è diventato più personale. L’idea alla base del nostro lavoro è esplorare il potenziale attraverso il dialogo e le diverse connessioni.
2021_HOUSE OF TODAY_CTMP_TABLES_MARY-LYNN AND RASHA NAWAM_ Ph. Carl Halal

2021 HOUSE OF TODAY CTMP TABLES MARY LYNN AND RASHA NAWAM Ph. Carl Halal

Qualche altro designer legato ad House of Today?
Khaled El Mays: dopo un passaggio a Design Miami nel 2017 ha iniziato uno scambio con Nina Yashar della Nilufar Gallery di Milano (durante la Design Week il Nilufar Depot ha ospitato la personale Jungle del designer libanese, ndr). Ma anche gli stessi David/Nicolas: il loro primo commissionato era un cabinet, evoluzione di un workshop di ebanisteria. Carlo e Mary-Lynn Massoud hanno partecipato all’asta di design contemporaneo CTMP, a Milano il 14 settembre, insieme alla stessa Stéphanie Moussallem e a Tamara Barrage. È molto gratificante vedere come sono cominciate le cose e poi l’investimento e l’impegno da parte loro. Siamo sempre alla ricerca di ispirazioni, di nuovi trend, la sostenibilità, per esempio.
2018_HOUSE OF TODAY_BOOB BOOBIE DOO_CARLO & MARY-LYNN MASSOUD X THE HAAS BROTHERS_Ph.MARCO PINARELLI_1

2018 HOUSE OF TODAY BOOB BOOBIE DOO CARLO & MARY LYNN MASSOUD X THE HAAS BROTHERS Ph.MARCO PINARELLI

Che ruolo possono avere l’arte e il design in Libano?
È un Paese sempre in difficoltà. Per questo hanno un importante significato: celebrano il lato positivo e bello del Libano, diventandone gli ambasciatori.
2018_HOUSE OF TODAY_Fluid Encounter_Flavie Audi_Ph.Marco Pinarelli_1

2018 HOUSE OF TODAY Fluid Encounter Flavie Audi Ph.Marco Pinarelli

2018_House of Today_Script_Stephanie Moussallem_Ph.Carl Halal_1

2018 House of Today Script Stephanie Moussallem Ph.Carl Halal

2018_TAMARA BARRAGE_BODILY_Ph.Marco Pinarelli _1

2018 TAMARA BARRAGE BODILY Ph.Marco Pinarelli

2020_Chair-y_Mary Lynn and Carlo Massoud_House of Today_R&Company_Ph.Carl Halal_3

2020 Chair-y Mary Lynn and Carlo Massoud House of Today R&Company Ph.Carl Halal

2020_HOUSE OF TODAY_CHRISTIES_OUROBOUROS_RANYA SARAKBI__ Ph. Carl Halal_1

2020 HOUSE OF TODAY CHRISTIES OUROBOUROS RANYA SARAKBI Ph. Carl Halal

2020_HOUSE OF TODAY_R & COMPANY_SHAPES & SHADES PLATES_HALA MATTA_Ph. Carl Halal_1

2020 HOUSE OF TODAY R & COMPANY SHAPES & SHADES PLATES HALA MATTA Ph. Carl Halal

2020_HOUSE OF TODAY_R & COMPANY_SKIRT_SAYAR & GARIBEH_Ph.Carl Halal_1

2020 HOUSE OF TODAY R & COMPANY SKIRT SAYAR & GARIBEH Ph.Carl Halal

Salone del mobile Salone del mobile
24 settembre 2021