DesignAlive_logo
Header_DA_still

Raccogliere i sogni e (in)seguire i desideri

DesignAlive_cover
Salone del mobile

L’ultimo numero del magazine polacco DesignAlive raccoglie storie umane di passione, fatiche, desideri e speranze, materializzati attraverso i luoghi e gli oggetti che progettiamo.

È una collezione di sogni di diversa natura il numero 37 di DesignAlive, quelli che con fatica, ostinazione e abilità si riescono a realizzare, e quelli destinati a rimanere invece nel cassetto. Fondamentali o frivoli, utopici o realistici, sono i sogni quindi ad accompagnare le vite delle persone trasformandosi in spinte emotive tanto quanto imprenditoriali – e tutti ugualmente importanti.

A questo proposito il direttore editoriale Wojciech Trzcionka cita proprio il più recente ed eccellente degli esempi del settore: la nomina di Maria Porro a presidente del Salone del Mobile. Porro infatti – responsabile marketing e comunicazione dell'omonimo brand italiano fondato nel 1925 da suo bisnonno Giulio – è la prima donna al timone della più grande e importante fiera internazionale di design, che si tiene da più di mezzo secolo. Un fatto che non è passato inosservato nel mondo giornalistico. “Sono stata solamente fortunata ad essere la donna giusta nel posto giusto al momento giusto» ha raccontato modestamente alla testata polacca, ammettendo che il suo sogno si è avverato e augurandosi, allo stesso tempo, di poter ispirare altre donne a rincorrere coraggiosamente i loro: «è come un'onda che fluisce e che non può essere fermata. Dateci cinque anni e saremo di più!

Le pagine di Design Alive 37 continuano con un approfondimento dedicato a YES, che quest'anno festeggia i suoi 40 anni; una storia tutta al femminile di un marchio creato dalle donne, per le donne e che si basa su un sogno meraviglioso. Ma non sono le uniche. La designer Ola Mirecka e l'architetto d'interni Sylwia Dudek si raccontano in due interviste, così come il fondatore di Yestersen, Karol Misztal, i fondatori di Rad Duet, Juliusz Rusin e Maciej Jóźwicki, e anche Tomasz Opaliński, grafico e illustratore. Ancora, racconti di brand i cui proprietari perseguono (e realizzano) i propri obiettivi con costanza e determinazione, e di autori premiati che hanno visto di recente i propri traguardi trovare meritati riconoscimenti.

E infine un monito: lo psicologo Wojciech Eichelberger invita a non dimenticarsi dei bei sogni irrealizzati che, con un po' di dolore, si cerca di allontanare, ma ad affrontarli senza paura, perché anche i sogni più strani e impossibili possono avverarsi.

 

 

Crediti

Video: Michele Foti

Testo originale: Wojciech Trzcionka

Foto: Michele Foti

Magazine: DesignAlive

Editore: Presso Sp. z o. o.

Scopri il magazine

18 gennaio 2022