Gazeta_do_Povo_logo
01_Gazeta-do-Povo_H

Condivisione: la ricetta per la sostenibilità

cover_Nov_gazeta-do-povo

Nella sua rubrica “Design filosofico” sul giornale online brasiliano Gazeta Do Povo, l’autore Pedro Franco racconta della sua partecipazione all’evento speciale del Salone del Mobile di Milano, a settembre, mettendo l’accento sulla sua esperienza di condivisione come stile di vita.

L’autore della rubrica “Design filosofico” sul giornale online brasiliano Gazeta Do Povo, Pedro Franco, è stato a Milano a settembre “per partecipare nuovamente al maggiore evento mondiale del design: il Salone del Mobile di Milano”. Della sua esperienza nella città racconta soprattutto del suo lavoro “nomade”, di uffici, mezzi di trasporto e case in condivisione.

Franco fa una riflessione generale: “Il futuro della buona sostenibilità è necessariamente permeato di condivisione. Qualcosa che non è così semplice da capire (e da accettare) per i membri della vecchia guardia, con i valori di un tempo. Dai millennial in poi, le nuove generazioni hanno invece la condivisione al centro. Fa già parte della loro vita (bene!)”.

La condivisione è già presente nella natura e nella storia: è l’equilibrio tra le forze gravitazionali dei pianeti, è la rete delle radici delle foreste, è il Dasein di Heidegger – di cui l’uomo come essere individuale fa parte –, è il concetto che Victor Papanek studia nel suo libro Design for the Real World: Human Ecology and Social Change. Cinquant’anni fa Papanek si chiedeva: in una piccola città della Florida, è necessario che tutti abbiano un tosaerba? O non sarebbe più sostenibile averne solo pochi esemplari da mettere a disposizione di tutti?

Da allora, il pianeta ci ha fatto chiaramente capire che le risorse non sono inesauribili e l’inquinamento ha serie conseguenze. “Forse la ricetta più efficace è condividere, consumando meno, per sopravvivere”, conclude l’autore.

 

 

Crediti

Testo originale: Pedro Franco

Foto: Getty Images

Rivista: Gazeta do Povo|PinÓ|Haus

Editore: Grupo Paranaense de Comunicação

Leggi l’articolo completo

25 novembre 2021