Incontri ravvicinati con il cibo firmato. A sorpresa, da artisti e architetti.

Cook Book__114_5 Haas

Cheese Head, Courtesy Nikolai Haas

Il pranzo è servito! E l’arte è nel piatto. Due cookbook, uno caleidoscopico e l’altro pacato, rivelano i segreti di artisti famosi e le passioni in cucina dell’architetto John Pawson.

Anni fa lo aveva presentato il pluripremiato Olafur Eliasson: un ricettario di 100 piatti vegetariani, quelli che negli anni erano stati serviti a pranzo ai dipendenti del suo studio. Un amore per il good food che nel 2018 vede l’artista islandese-danese inaugurare un ristorante pop-up a Reykjavík insieme alla sorella, la chef Victoria Eliasdóttir, dove accanto a ricette popolari si affiancano, immancabilmente, installazioni d'arte. Come una calamita, cibo e arte si attraggono da sempre. Dal Manifesto della cucina futurista al menu che László Moholy-Nagy aveva concepito per la cena in onore di Gropius in partenza per Harvard fino a Les dîners de Gala, il ricettario surrealista firmato e illustrato da Salvador Dalì, nel quale l’artista rivela i segreti delle sontuose cene imbandite con la moglie-musa Gala, e al ricettario concettuale Le Corbuffet: Edible Art and Design Classics (Prestel, 2019) dell’artista, fotografa e scrittrice canadese Esther Choi, che si ispira ad artisti vari dedicando loro piatti particolari: dalla Frida Kale-o Salad in onore di Frida Kahlo alla Rem Brûlée ispirata a Rem Koolhaas.

70 artisti e 100 ricette è invece il prezioso contenuto di The Kitchen Studio: Culinary Creations by Artists, che mette ai fornelli la creatività internazionale: da Ghada Amer a Jimmie Durham, da Philippe Parreno a  Carsten Höller, da Dorothy Iannone a Zina Saro-Wiwa e, ancora, a Olafur Eliasson. Ricette vere o immaginarie, semplici o complicate, serie o divertenti. Anche spiazzanti, come quella delle due ciliegie. La creatività non ha limiti di ingredienti, dosi e composizioni. Un libro fuori dai canoni anche per il suo carattere editoriale, come annota nell’introduzione Massimo Bottura, creatore dell’Osteria Francescana, tre stelle Michelin. Quando gli arrivò la bozza restò semplicemente spiazzato: “Non gustavo nulla. […]. Il cibo non sembrava quello dei libri di cucina […]. Il formato delle ricette cambia in continuazione. Ci sono strani diagrammi, collage e poesie. […] Alcune immagini sembrano prese in prestito da libri scientifici, il lettering è eccentrico e alcune calligrafie sono quasi illeggibili”. Poi la rivelazione. Il senso e lo spirito della creazione. Le ricette diventano quello che sembrano: autoritratti, piccole finestre per sbirciare negli studi degli artisti. Un libro di cucina o un libro d’arte, quindi? Questo è il dilemma per lo chef pluristellato che lo risolve “leggendolo come un libro d’arte e poi iniziando a cucinare partendo da lì”.

Cook_Book_cover 3d

The Kitchen Studio: Culinary Creations by Artists. Phaidon

Cook_Book_023_amer

Ghada Amer, Mama’s Eggplant Salad. The Carrot Vendor, December 2018

Cook_Book_194_provost

Laure Provost. The Wantee Tea, 2013, Installation view at Schwitters in Britain, Tate Britain, London,2013. Ph Hydar Dewach

Cook_Book_267_b_wilson

Laura Wilson, The Humbova

Cook_Book_spreads 1

The Kitchen Studio: Culinary Creations by Artists. Phaidon

Cook_Book_spreads 2

The Kitchen Studio: Culinary Creations by Artists. Phaidon

Cook_Book_spreads 3

The Kitchen Studio: Culinary Creations by Artists. Phaidon

Salone del mobile Salone del mobile

Accanto al gotha artistico anche gli architetti subiscono il fascino discreto del cibo. Nel 2000 John Pawson è co-auture di Living and Eating, insieme alla food writer Annie Bell, ambientato nella sua casa londinese di Notting Hill. Con un’estetica minimalista e ricette facili e gustose, questa bibbia culinaria è andata velocemente fuori stampa e sul mercato dell’usato ha raggiunto la cifra di mille sterline. Sollecitato dai fan a scrivere un altro best seller, dopo anni Pawson ha ceduto cimentandosi in un ricettario ispirato alla campagna e al ciclo delle stagioni. Ambientato questa volta nella sua dimora nell’Oxfordshire, un complesso di abitazioni rurali del Seicento, scoperto per puro caso durante una corsa ciclistica di beneficenza e acquistato l’anno seguente, Home Farm Cooking è scritto a quattro mani con la moglie Catherine, designer e decoratrice d’interni, e confezionato insieme ad Alison Morris, da anni presenza fissa nei suoi progetti editoriali. Questo ricettario è l’ultimo step di un cambio di vita dei coniugi Pawson che hanno fatto di Home Farm la vera casa di famiglia, tra figli che vanno e vengono e amici ospiti nei fine settimana. Il ritrovarsi intorno a un tavolo con piatti a km zero segna la dimensione quotidiana e umana di questi due creativi. Le ricette sono organizzate per stagione, create dalla stessa Catherine o regalatele da chef, suggeritele da amici o ispirate da ricettari di vario genere, poi cucinate e portate a tavola e lì fotografate, dando la sensazione al lettore di essere uno dei commensali ospiti in quel momento. Tavole rigorosamente apparecchiate con piatti e stoviglie su disegno del padrone di casa.

Ogni capitolo introduce lentamente il lettore nella stagione a cui è dedicato con un’immagine evocativa e uno scritto che descrive il luogo, la terra e le sensazioni che ne derivano in quel preciso momento dell’anno. E a sua volta, ogni ricetta, è presentata con indicazioni sul valore nutritivo degli ingredienti o sulla loro storia o con annotazioni varie. C’è solo l’imbarazzo della scelta perché le ricette sono tante, 100, e tutte appetitose. Pagine rivelatorie anche della vita dei coniugi Pawson, del loro lento avvicinamento a quella proprietà e alla sua trasformazione e della presa di contatto con la vita rurale. “Cucinare è un atto d’amore e di condivisione” sottolinea Catherine. E un atto altamente liberatorio e fantasioso. Perché anche la cucina è un’arte o un’architettura.

Cook_Book_Home-Farm-Cooking-3d

Home Farm Cooking, by Catherine & John Pawson, Phaidon

b_Cook_Book_012-3_barn_kitchen

The barn kitchen, Ph Gilbert McCarraghe

Cook_Book_014_a_farmouse_sitting_room

The farmhouse sitting room, Ph Gilbert McCarraghe

Cook_Book_053_spring_salad

Spring, Warm salad of Jersey Royals, asparagus and pancetta Ph Gilbert McCarragher

Cook_Book_137_summer_jelly

Summer, Elderflower and raspberry jelly Ph Gilbert McCarragher

Cook_Book_138 Home-Farm-Cooking

Home Farm Cooking, by Catherine & John Pawson, Phaidon. Autumn, FishPie Ph Gilbert McCarragher

Cook_Book_139 Home-Farm-Cooking

Home Farm Cooking, by Catherine & John Pawson, Phaidon. Winter, Saffron chicken tagine with dried fruits Ph Gilbert McCarragher

Salone del mobile Salone del mobile

Title: The Kitchen Studio: Culinary Creations by Artists

Autori: Phaidon Editors

Introduzione di Massimo Bottura

Casa editrice: Phaidon

Anno di pubblicazione: 2021

Pagine: 288 pages

Lingua: inglese

 

Titolo: Home Farm Cooking

Autori: Catherine e John Pawson

Casa editrice: Phaidon

Anno di pubblicazione: 2021

Pagine: 272

Lingua: inglese

5 novembre 2021