Il minimalismo poetico di Tobias Grau

Parrot, Tobias Grau

Tobias Grau, Parrot Ph. Credits Charles Negre 

35 anni di storia: dal progetto al design sostenibile fino al recente approccio olistico. Un percorso verso nuovi standard di estetica per un’esperienza emotiva della luce. Mobile e interattiva

Tobias_Grau_Lampada accesa_doppia

Tobias Grau Team Home blue sensor + Timon and Melchior Grau CEO

La luce è un anello di congiunzione con le nostre realtà e ne influenza i sentimenti, la visione, il ritmo biologico. La luce è vita. E c’è chi, come questo brand tedesco leader nel design di illuminazione d’interni, ha da sempre desiderato utilizzarla per migliorare la qualità della vita. Da 35 anni, compiuti proprio in questo anno buio, Tobias Grau dedica la sua ricerca allo sviluppo di progetti che aumentino il benessere e aiutino le persone a crescere con questa consapevolezza.

Tobias Grau, fondatore dell’omonima azienda, inizia la sua avventura nel 1986 come freelance in un loft di Amburgo prediligendo progetti di illuminazione. Già tre anni dopo presenta il suo primo concept shop-in-store, un passo innovativo nel mondo del design di quegli anni e amplia il suo studio trasferendosi nel caratteristico quartiere di Altona. Nel 1998 si trasferisce nuovamente, questa volta fuori città, a Rellingen, in un edificio progettato dal provocatorio studio amburghese BRT - Bothe Richter Teherani, caratterizzato da una struttura cilindrica in vetro e alluminio con più di 200 m² di moduli solari integrati e con gli interni di sua mano.

Questa attenzione verso la sostenibilità sarà uno dei tratti dominanti dell’attività produttiva dell’azienda unitamente alla scelta estetica di forme dinamiche e superfici lisce e all’interesse per la tecnologia d’avanguardia, ben evidenti fin dalla prima collezione di lampade – Tai, Twist, Oh, Kallisto e Io – che combina forme scultoree con materiali classici e un uso pionieristico della tecnologia alogena. 

Mentre Tobias Grau apre, nel 2000, i suoi primi negozi ad Amburgo, Düsseldorf e Berlino, le lampade Bill e Soon stabiliscono nuovi standard nella collezione aziendale: la prima reinventa la classica lampada da scrivania conferendole un’inedita flessibilità, mentre la seconda definisce una nuova dimensione estetica, con la sua forma organica in policarbonato traslucido che rimanda a una colonna vertebrale. Un minimalismo radicale e contemporaneo applicato anche alla prima collezione di luci per ufficio, la Go XT del 2002, che utilizza nuove tecnologie di illuminazione per un design leggero ed elegante.

Tobias Grau

Tobias Grau Ph. Credits Charles Negre 

Nel 2017, il testimone creativo dell’azienda passa da Tobias ai suoi due figli, Timon e Melchior – entrambi con studi alla University of the Arts a Berlino nel corso di Hito Steyerl e Ai Weiwei, e successivamente laureati alla Stadelschule di Francorforte sul Meno nella classe di Willem de Rooij – che portano esperienze e idee inedite, allontanandosi dal cordone ombelicale paterno dal carattere decisamente architettonico per prediligere ispirazioni più astratte e legate all’arte, seguendo un’estetica minimale dal cuore tecnologico. Così, Parrot, l’esile lampada senza fili poggia su una larga base, ispirata alla figura di uomo che cammina di Alberto Giacometti. L’innovazione che i due fratelli introducono come creative director dà vita a una nuova generazione di apparecchi in cui la luce diventa mobile e interattiva, vedi l’iconica Salt & Pepper, e che è assolutamente sostenibile in ogni sua fase dell’intera catena produttiva, a partire dalla produzione nello stabilimento a energia solare fino al packaging essenziale e riciclabile.

Un’azienda libera da vincoli commerciali, che da sempre si è assunta i suoi rischi restando svincolata dalle convenzioni. La sfida come obiettivo, attraverso un percorso di crescita continuo e stimolante. Un lavoro di squadra che opera con una filosofia olistica per arrivare a una luce smart che possa trasformare gli spazi e rendere felici le persone che li abitano. Il suo mantra: un’ottima luce rende la casa più confortevole come un’illuminazione corretta in ufficio rende il lavoro più piacevole e produttivo.

Tobias Grau Headquarter

Headquarter Ph. Credits Simon Menges 

Con cinque negozi monomarca e centinaia di rivenditori nel mondo, e una squadra interdisciplinare di 150 persone, per Tobias Grau la vera ispirazione è l’impiego della luce. E dove ogni lampada è trattata come un’opera d’arte e d’avanguardia tecnologica. L’indiscusso e radicato amore per l’arte ha portato l’azienda, durante il lockdown, a dare vita al progetto Artists for Grau, invitando artisti e creativi di tutto il mondo a reinterpretare i propri prodotti, ambientandoli negli scenari più disparati o addirittura trasformando le sagome delle lampade secondo l’estro personale. La luce integra il mondo.

25 ottobre 2021