Arredi polifunzionali per una casa ibrida

Tonelli Marcell-5 header

Marcell, Tonelli Design

Tavoli che diventano scrivanie, pareti divisorie che trasformano le stanze, scrittoi e letti che appaiono da un vano nella parete: lo spazio si fa liquido, aperto alle nostre abitudini post-Covid che nel nucleo domestico concentrano una nuova molteplicità di funzioni

Arredi trasformabili, polifunzionali, adatti alla casa ibrida, dove lo spazio è sia domestico che di lavoro: è una tendenza che la pandemia ha accelerato, un’esigenza che prima nasceva magari dalla mancanza di spazio, da case piccole e multitasking, e ora è spinta anche dallo smart working e dalle nuove abitudini post-Covid. Le aziende si adeguano: studiano divisori per tavoli e pouf fonoassorbenti, coffee table che si piegano e appendono. Offrono sgabelli con tavolino incorporato, letti e scrittoi che appaiono da un vano della parete, pareti divisorie per trasformare le stanze, cabinet all’apparenza minimali che si aprono svelando un mondo interiore, vani inseriti dappertutto per tenere in ordine l’universo liquido dentro cui stiamo ormai nuotando.

Clei, Tonale 281 Power

È un sistema trasformabile a doppia funzione con divano basculante e movimento traslatorio, integrato al sistema con letto matrimoniale verticale a scomparsa con rete presso piegata brevettata e apertura automatizzata.

Clei Mews21 - Tonale 281 + Wally Office

Tonale 281 + Wally Office, Clei

Acerbis, Florian

Disegnato originariamente da Vico Magistretti nel 1989 e ora rieditato, è un tavolino a più livelli costruito su una struttura ispirata a un manico di scopa; si ripiega completamente per essere appeso alla parete. In legno di frassino con meccanismo in ottone.

07_PS_MDW21_ACERBIS_Florian_Vico Magistretti_©Lorenzo Cappellini Baio

Florian, Vico Magistretti for Acerbis. Ph. credits Lorenzo Cappellini Baio

Caimi Brevetti, Snowpouf

Firmato da Paola Navone, è una seduta agevole da trasportare, grazie ad un semplice laccio, e rivestita in Snowsound Fiber, uno speciale tessuto fonoassorbente brevettato dall’azienda, applicato a una scocca di materiale ligneo e morbido poliestere.

Caimi_Snowpouf-2

Snowpouf, Caimi Brevetti

Giorgetti, Houdini

Cabinet progettato da Roberto Lazzeroni: «L’obiettivo era creare un mobile contenitore che avesse una collocazione fluida nell’abitazione: dal living alla zona notte. È un pezzo che sfugge ad ogni classificazione. Non è una credenza, non è un contenitore, non è un mobile bar: è un po’ tutte queste cose».

Giorgetti_SL_Houdini-D_05_HR (1)-min

Houdini, Giorgetti

Gebrüder Thonet Vienna, NYNY

Mobile contenitore firmato da storagemilano, si definisce nella sovrapposizione asimmetrica di volumi geometrici sospesi grazie al sostegno della struttura in metallo a parete: racchiudono cassetti e due vani con ante, quello inferiore utilizzabile anche come desk.

GTV - NYNY - design storagemilano 3

NYNY, Thonet

LaCividina, Node+

Disegnato da Ben van Berkel / UNStudio, è un sistema che, a partire da un elemento imbottito, crea spazi per diverse funzioni: i pannelli divisori isolano; braccioli, schienali e cuscini favoriscono posture più rilassate; lo scrittoio diventa una postazione di lavoro; i tavolini fungono da supporto aggiuntivo, anche per il computer.

LaCividina_Node+_6

Node+, LaCividina

Lapalma, Aaron

Sgabello con piano girevole integrato progettato dai fratelli Pio e Tito Toso, con versione da indoor e una da outdoor. Ha diverse altezze, anche con poggiapiedi.

AARON_new colors

Aaron, LaPalma

Pedrali, Ypsilon Connect

Disegnato da Jorge Pensi Design Studio, crea una parete divisoria funzionale fonoassorbente e autoportante. Può cambiare aspetto in base alle necessità applicando accessori come, ad esempio, una lavagna magnetica, mensole o ganci appendiabiti. È predisposto per l’elettrificazione e può ospitare un monitor.

Pedrali_Ypsilon Connect

Ypsilon Connect by Jorge Pensi for Pedrali. Ph. credits Andrea Garuti

Ligne Roset, Stendhal

Lo studio LucidiPevere firma un oggetto ibrido: allo stesso tempo scrittoio, libreria e oggetto d’arte. Le ante, in legno o rivestite in tessuto, aprono uno spazio fornito di connettività e illuminazione. Quando sono chiuse sembrano un quadro minimalista, grazie alla ridotta profondità.

Stendhal Lignet Roset

Stendhal, Ligne Roset

Tonelli Design, Marcell

Disegnato da Massimo Castagna, Marcell nasce come scrittoio ma trova collocazione anche come console e, se attrezzato con cassetti portaoggetti e specchio da appoggio, come dressing table nella zona notte.

tonelli Marcell-1

Marcell, Tonelli Design

Tubes, Rift/Reverse

Radiatore elettrico con funzione di mensola, è un’evoluzione di Rift, pensato dai designer Ludovica+Roberto Palomba insieme a Matteo Fiorini. Grazie a un’ulteriore sperimentazione estetica e tecnologica il modulo in alluminio aumenta la sua profondità diventando una vera e propria mensola scaldante. Si aggiunge, nella versione più lunga, un ripiano in legno.

Tubes_Rift_reverse_prod.Diorama.eu_ADstudioMILO_11

Rift/reverse, Tubes

28 settembre 2021