Anniina Koivu

Anniina Koivu

Anniina Koivu è una scrittrice di design, curatrice, consulente e insegnante, che si divide tra Milano e Losanna. Lavora in diversi campi, dalla curatela all'art direction, dallo sviluppo di prodotti a progetti editoriali e di ricerca, che realizza per clienti come Kvadrat, Iittala, Vitra, Camper e i Fogo Island Workshops e Shorefast Foundation.

Nell'autunno 2021 uscirà U-Joints – A taxonomy of connections, sviluppato insieme ad Andrea Caputo. La pubblicazione enciclopedica è il risultato di un progetto di ricerca triennale e di una serie di mostre che guardano alla storia umana attraverso i giunti. U-Joints è stato esposto durante la settimana del Salone del Mobile.Milano 2018; A taxonomy of nails, screws, bolts, rivets and nuts è stato esposto a elac/ECAL nel 2019, il capitolo Adhesives and fusions è aperto al Gewerbemuseum Winterthur fino a gennaio 2022.

La sua ultima ricerca e pubblicazione è Vico Magistretti: Stories of Objects (Triest/Ecal, 2020), il risultato di un'indagine su quel momento poco considerato della vita dei prodotti di design in cui si ferma la produzione, con un'attenzione particolare alle ragioni che portano a questa fine dell'oggetto di design. Ha scritto la monografia completa su Ronan ed Erwan Bouroullec Works (Phaidon, 2011) e ha curato e contribuito a diverse pubblicazioni come Materialising Colour: Journeys with Giulio Ridolfo (Phaidon, 2020), Atlas of Furniture Design (Vitra Design Museum, 2019), Industrial Facility (Phaidon, 2018), Arita 2016/ (Phaidon, 2017), The Walking Society (Lars Müller Publishers, 2015) ed Entre Les Vases di Pierre Charpin (Birkhäuser, 2009), tra gli altri. In qualità di caporedattore di Interwoven (Kvadrat, 2015), una rivista (online) di cultura contemporanea e critica indipendente, Anniina ha lanciato il primo numero cartaceo nel 2020. Tra i suoi altri lavori curatoriali ci sono Tehdas-Fabrik-Factory (Fiskars Village Art & Design Biennale, 2019), una mostra che esplora la diversità della produzione del design contemporaneo, e Typologie: the wine bottle and the cork stopper (Milano, 2019). È stata relatrice, moderatrice e giurata in concorsi ed eventi internazionali di design.

È responsabile del Master Theory all’ECAL/ University of Art and Design Lausanne.