Marco Sabetta in conversazione con Ivan Carvalho

Marco Sabetta

“Vogliamo far sapere al mondo che Milano non si trova a un punto morto, che non è pronta a cedere il primo posto come città dedicata al confronto e all’acquisto di prodotti di design”, afferma il Direttore Generale del Salone del Mobile.Milano

Sono in atto grandi cambiamenti a Milano, mentre gli organizzatori del Salone del Mobile.Milano, l’appuntamento più prestigioso del calendario del design mondiale, si preparano a portare una ventata d’aria fresca alla storica fiera. In primo luogo, è stata lanciata una nuova piattaforma digitale, salonemilano.it, che si rivolge agli appassionati di design di interni, ai giornalisti e agli operatori del settore, fornendo informazioni e notizie sull’industria. In secondo luogo, è nato “supersalone”, un evento speciale che si terrà a settembre con l’obiettivo di stimolare l’interesse nel design in generale e di cementare la posizione di Milano come città leader e punto di riferimento per gli ultimi sviluppi nel panorama dell’arredo e dell’illuminazione. Marco Sabetta, Direttore Generale di Salone del Mobile.Milano, ci illumina sulle novità che ci attendono nei prossimi mesi.

Marco Sabetta, quali cambiamenti ci possiamo aspettare?
Abbiamo passato tutto l’anno scorso lavorando alla nuova piattaforma salonemilano.it, un prezioso strumento digitale che accompagnerà le nostre attività fisiche connesse all’organizzazione di fiere, indipendentemente da dove queste abbiano luogo, se a Milano, Mosca o Shanghai. Io la chiamo piattaforma, invece di sito web, perché è estremamente ricca di contenuti. Sarà una piattaforma multimediale che gli utenti potranno visitare per partecipare a webinar e presentazioni oppure per accedere ad articoli, interviste e video su brand e designer che si occupano del settore dell’arredo. È importante avvalersi di una componente interattiva che funga da strumento supplementare di supporto agli eventi in presenza che organizziamo.

Annalisa Rosso, con alle spalle un’esperienza di direttore e curatore, nonché di direttore responsabile della rivista di interni Icon Design, sarà il direttore editoriale del nuovo progetto digitale del Salone del Mobile.Milano. Prevediamo di offrire interviste settimanali con i principali attori e le maggiori aziende nel campo del design per scoprire tutte le innovazioni e gli ultimi trend, oltre alle storie dietro ad alcuni dei brand più leggendari del settore. Quello a cui aspiriamo veramente è che la nostra nuova piattaforma diventi una risorsa indispensabile per tutti gli utenti interessati al mondo del design.
Raccontaci qualcosa dell’imminente “supersalone”, che si terrà a settembre del 2021 a Fiera Milano Rho.
L’evento sarà abbastanza diverso dal tradizionale Salone del Mobile.Milano che organizziamo ogni anno ad aprile. I principali brand di design porteranno grandi novità in fiera e avranno l’opportunità di esporre pezzi iconici delle loro collezioni passate. Desideriamo anche invitare designer ed esperti a partecipare con interventi sul proprio lavoro e sull’evoluzione del mondo degli interni. Ospiteremo una selezione dei migliori progetti provenienti da dozzine di scuole di design di tutto il mondo per presentare la nuova generazione di talenti. Inoltre, accoglieremo speciali food court dove lo staff di Identità Golose, autorevole congresso dedicato alle eccellenze gastronomiche e ai protagonisti del mondo della cucina d’autore, organizzerà eventi e servirà pasti deliziosi.

Ci auguriamo che questo possa essere il primo di una lunga serie di eventi dedicati non solo agli acquirenti ma al pubblico in generale, al quale la Fiera aprirà le porte sin dal primo giorno. Dopo aver visto i prodotti in esposizione di persona e da vicino, i consumatori avranno la possibilità di acquistarli utilizzando un codice QR. Una delle cose terribili della pandemia è il fatto che siamo stati costretti a vedere il mondo attraverso uno schermo digitale, dove tutto appare piatto. Non è possibile sentire, percepire né toccare i prodotti dal vivo. Non è possibile sedersi per provare una sedia o un divano, ammirarne la tappezzeria oppure far scorrere le dita lungo il pregiato piano in marmo di un nuovo modello di cucina per comprendere meglio come appare alla luce naturale. Dobbiamo tenere a mente che il digitale è uno strumento importante per agevolare il processo di acquisto dei prodotti di design, ma che non può sostituire l’esperienza che si prova quando si osserva un pezzo di design dal vivo.

Credo che sia importante tenere il “supersalone” a settembre, prima del nostro solito Salone del Mobile.Milano di aprile 2022. Vogliamo far sapere al mondo che Milano non si trova a un punto morto, che non è pronta a cedere il primo posto come città dedicata al confronto e all’acquisto di prodotti di design. Per restare in pole position, davanti a tutti gli altri, dobbiamo essere sempre attivi.
15 luglio 2021