Lo spazio fantastico della casa: il bagno

vintagebathroomlove

photo courtesy @vintagebathroomlove

Tantissimi profili Instagram celebrano la stanza privata per antonomasia: il bagno. Dal vintage al lusso, fino a consigli di restyling, spesso sono l’azzardo e i colori a fare da protagonisti. Un piccolo spazio dove si può davvero osare

Ormai è evidente per tutti, la stanza da bagno è diventato il luogo di ritiro e di privacy per eccellenza. Di sicuro Virginia Woolf non lo sapeva, ma quelle pagine bellissime scritte per le due conferenze tenute all’università di Cambridge nel 1928 e poi diventate uno dei suoi libri più letti, Una stanza tutta per sé, oggi è la definizione perfetta del bagno privato. Quasi un’ossessione quando si parla di interior design, per le sue infinite e molteplici variabili, il poter giocare con gli elementi come quasi nessuno spazio domestico consente, anche quando le dimensioni non sono esagerate. Sono le combinazioni, infatti, a dare spazio alla fantasia. Anche nelle case più sobrie, dai colori e le forme più pulite, è il bagno lo spazio in cui si gioca di più. Complice il ritorno della piastrella in tutte le sue varietà, dalla colorata alla fatta a mano, dalla stampata a quella con finiture irregolari, il bagno diventa motivo di maggior spericolatezza, con un occhio anche al vintage. Dopotutto perché non concedersi la carta da parati in bagno? O dei sanitari colorati come quelli degli anni Settanta? Perché non giocare con i contrasti tra pavimento e pareti, con accessori e biancheria? Se il resto della casa ha bisogno di sembrare più di quello che è a qualsiasi costo, il bagno può essere completamente pazzo (o sobrissimo ed elegantissimo) e questo non andrebbe minimamente a scontrarsi con l’equilibrio del progetto complessivo. Sembra evidente anche dai tanti profili Instagram dedicati a questo spazio, che raccontano di bagni dal gusto rétro ma anche di tip per ottenere, grazie ai giusti incastri di interior, il meglio e il maggior spazio per quella che, appunto, è la stanza tutta per sé per eccellenza.

Già dalla bio di Vintagebathroomlove è chiara la sua mission: la celebrazione del vintage, delle piastrelle e del decor di qualche decennio fa. Qui non possono mancare i colori pastello, il vetrocemento, i sanitari in tinta con le pareti e i nemici di qualsiasi arredatore minimal: i tappetini attorno a qualsiasi pezzo, dal lavandino al bidet fino a ricoprire il wc. In coordinato, ça va sans dire e magari in pelliccia (orrore!). Ovviamente c’è una menzione speciale per la carta da parati, che spesso non ha nulla a che fare con il resto della palette cromatica ma oggi, a vederla, non sembra affatto una cattiva idea. Segno dei tempi, insomma.

Lo stesso storytelling, quello di raccontare e mostrare i bagni di qualche decennio fa portandoli non solo a feticcio da like su Instagram, ma anche a vera e propria ispirazione per la propria stanza privata, ce l’ha Vintage_original_bathrooms. Un account focalizzato in questo caso sulle piastrelle e sulle loro infinite forme e colorazioni, che spessissimo rendono il più semplice dei bagni un piccolo bon bon dai colori traslucidi. Come non innamorarsi, dopotutto, di una sala bagno con le piastrelle rosa e i sanitari verde Veronese? Impossibile.

Ma non di sola retromania si compone il feed Instagram degli amanti dei bagni. Sono tanti infatti gli account che invece fanno da vero e proprio spunto e ispirazione per ristrutturazioni e redesign in modo da rendere il proprio bagno non soltanto più bello, ma anche ottimizzato agli spazi e iper funzionale. Account che spesso danno esempio di quel piccolo grande piacere che è vedere il prima e dopo, potendo così fantasticare su quello che potremmo fare con i nostri metri quadri a disposizione.

Smallbathroomdesign è un vero e proprio pozzo di idee proprio per quegli spazi piccoli che però possono dare tantissimo. Un collettore di esempi di come anche pochi metri possono contenere che so, una sauna o una vasca idromassaggio, passando per una walk-in. Una sorta di Pinterest di ispirazione è invece Bathrooms_of_insta, che raccoglie i migliori (secondo il gestore dell’account, ovviamente) restyling e li mette tutti insieme nel suo feed. È un susseguirsi di generi più disparati, dal total bianco al colorato, dal parquet come pavimento al marmo sulle pareti o anche una copertura di semplice smalto colorato, in barba alle piastrelle, tanto declamate qualche riga prima.

Anche Bathroomdesigning raccoglie bagni più contemporanei, ma con un occhio più attento al lusso e alle possibilità che in effetti ampi spazi per questa parte della casa possono dare come risultato finale. Ad esempio, chi non vorrebbe fare un bagno schiumoso guardando il tramonto dall’ampia finestra della sua penthouse? O fare una doccia dentro un cubo di vetro che dà la possibilità di essere nel bel mezzo del proprio giardino lussureggiante privato? Credo davvero nessuno. Anche in questo caso, l’idea è certamente quella di ispirare e di dare qualche input, più o meno accoglibile per i comuni mortali, ma anche far sognare scorrendo il proprio feed di Instagram. Dopotutto non è a questo che un po’ servono i social network? A immaginare di essere per un po’ altrove? Ad avere, in questo caso, una stanza tutta per sé?

Scopri le anteprime

26 aprile 2022