Paolo Marchi

Paolo Marchi

Paolo Marchi è nato a Milano il 20 marzo 1955. Figlio di Rolly, ideatore del Trofeo Topolino di sci, e di Graziella, pittrice, ha lavorato al Giornale dal dicembre 1979 al febbraio 2011. Nel gennaio del 2004 l’idea che gli ha cambiato la vita: realizzare Identità Golose, il primo congresso italiano di cucina e pasticceria d’autore. Missione compiuta grazie al sodalizio con Claudio Ceroni imprenditore nel campo dei grandi eventi e delle produzioni televisive.

Dal 2007 Marchi è curatore della Guida ai Ristoranti d’autore di Italia, Europa e Mondo. Ha inoltre curato il ricettario dell’Istituto Oftalmico del Fatebenefratelli a Milano, i volumi Dessert al piatto, Don Alfonso, Sushi Susci e Pesce alle stelle per la Bibliotheca Culinaria, Cento per cento ricette di talento e Multipli di 20 per le edizioni Cucina&Vini e le guide Milano da gustare e Tutto pesce per Gribaudo-Il Gusto. Quindi Sapore d’Abruzzo per l’editore Textus, la Guida alle Gelaterie di Milano per Terre di Mezzo, il volume 100chef X 10anni, i cento chef che hanno cambiato la cucina italiana per Mondadori Electa. Sempre per quest’ultimo editore, nel 2014 ha firmato la sua biografia in 50 racconti (e 25 ricette): XXL, i 50 piatti che hanno allargato la mia vita. Nel 2021 ha curato per Maretti Editore una preziosa monografia dedicata al maestro gelatiere Paolo Brunelli .

Nel 2015, con Claudio Ceroni, concepisce Identità Expo, un progetto unico nel suo genere che per sei mesi è stato palcoscenico per oltre 200 chef dall’Italia e dal mondo e che ha ispirato Identità Golose Milano, Hub Internazionale della Gastronomia inaugurato nel 2018 nel cuore di Milano. Nel 2016 contribuisce alla creazione, con oltre 40 protagonisti della scena italiana, dell’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto per valorizzare nel mondo l’autentica e contemporanea qualità tricolore. Dal 2019, è titolare della rubrica televisiva settimanale Capolavori Italiani in Cucina all’interno di Striscia la Notizia.