Salone del Mobile Milano

Disappearing Acts. Bruce Nauman, artista vivente par excellence, al MoMA

“Ho sempre affrontato il mio lavoro sovrapponendo vari metodi e pratiche”, ha affermato una volta Bruce Nauman. “Non sono mai riuscito a limitarmi a fare una sola cosa”. Da oltre 50 anni, Nauman lavora con qualsiasi mezzo artistico concepibile, dissolvendo i generi consolidati e inventandone di nuovi. La sua nozione estesa di scultura include calchi in cera e insegne al neon, contorsioni corporee e ambienti video immersivi. Crescendo tra i tumulti politici e sociali degli anni ‘60, Nauman non ha mai aderito a distinzioni rigide tra le arti, ma ha basato la sua carriera “sulla ricerca di cosa possa essere l’arte e sulle sue infinite possibilità”.

Nauman ha trascorso, così, mezzo secolo inventando forme per raccontare sia i pericoli morali sia l’emozione di essere vivi. Utilizzando una gamma incredibile di materiali e metodi di lavoro, le sue opere rivelano come le mutevoli esperienze di tempo, spazio, movimento e linguaggio forniscano fondamenta instabili per la comprensione del nostro ruolo nel mondo. Per Nauman, sia il creare sia l’osservare l’arte implica “fare cose che non si vogliono particolarmente fare, porsi in situazioni non familiari, seguire le resistenze per scoprire perché vi si resiste”. In un’epoca in cui la nozione di verità si sente sempre più sotto attacco, il suo lavoro obbliga gli spettatori ad abbandonare la sicurezza del familiare, mantenendoci all’erta, sempre vigili e cauti dall’essere sedotti da risposte facili. 

Di conseguenza, l’arte di Nauman ha sempre sfidato le categorizzazioni. Delicati acquerelli, insegne al neon intermittenti, installazioni sonore, corridoi video — spazia costantemente tra questi e altri generi, non conformandosi mai a uno stile identificativo. Ma sotto questa varietà assoluta persistono temi chiave, e la scomparsa è stato uno di questi impulsi ricorrenti nel corso della sua carriera cinquantennale.

Disappearing Acts traccia ciò che Nauman ha chiamato “abbandono come forma d’arte”— episodi letterali e figurativi di rimozione, deviazione e occultamento. I corpi sono frammentati, i centri sono lasciati vuoti, le voci si diffondono da altoparlanti nascosti e l’artista scolpisce sé stesso in absentia, apparendo solo come spazio negativo. La retrospettiva mappa queste forme di omissione e perdita nei vari mezzi artistici nel corso delle decadi, seguendo il percorso di Nauman che torna alle preoccupazioni di inizio carriera con nuova urgenza. 

Presentata in due parti complementari presso The Museum of Modern Art e MoMA PS1, si tratta della mostra più esaustiva del lavoro dell’artista mai organizzata.


Bruce Nauman: Disappearing Acts. 

The Museum of Modern Art, MoMA
11 West 53 Street, New York, NY 10019
MoMA PS1
22-25 Jackson Avenue, Long Island City, NY 11101


21 ottobre 2018 – 25 febbraio 2019 

https://www.moma.org/

NH_18_Bruce-Nauman_G_001.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_002.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_003.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_004.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_005.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_006.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_007.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_008.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_009.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_010.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_011.jpg
NH_18_Bruce-Nauman_G_012.jpg

01. Human Nature/Life Death/Knows Doesn’t Know, 1983.
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto © Museum Associates/LACMA

02. All Thumbs, 1996.
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto: courtesy dell'artista e Sperone Westwater, New York

03. Carousel (Stainless Steel Version), 1988.
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto: Courtesy Carnegie Museum of Art, Pittsburgh (fotografo sconosciuto)

04. Contrapposto Studies, i through vii, 2015/16.
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto: courtesy dell'artista e Sperone Westwater, New York

05. Corridor Installation (Nicholas Wilder), 1970.
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto: courtesy Friedrich Christian Flick Collection im Hamburger Bahnhof, Berlin

06. Still from Bruce Nauman. Green Horses, 1988. 
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto: Ron Amstutz

07. Light Trap for Henry Moore, No. 1, 1967.
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto: Alex Jamison

08. My Last Name Exaggerated Fourteen Times Vertically, 1967.
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto: Tim Nighswander/ Imaging4Art.com

09. Neon Templates of the Left Half of My Body Taken at Ten-Inch Intervals, 1966. © 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto: Andy Romer Photography, courtesy the Glass House, a site of the National Trust for Historic Preservation

10. One Hundred Live and Die, 1984.
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Foto: Dorothy Zeidman, courtesy dell'artista e Sperone Westwater, New York

11. White Anger, Red Danger, Yellow Peril, Black Death, 1984. 
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York.
Digital image © 2018 The Museum of Modern Art, New York.
Foto: Jonathan Muzikar

12. Model for Trench and Four Buried Passages, 1977.
© 2018 Bruce Nauman/Artists Rights Society (ARS), New York