Salone del Mobile Milano

40 anni di Flou e “della sua” Nathalie

“Il letto è il luogo dove nasce il futuro, dove c'è la vita di coppia, dove si crea la famiglia, dove si riflette a cosa si farà domani. Lo penso oggi come lo pensavo quando ho creato la Flou”. Rosario Messina.

Nathalie e i suoi primi 40 anni. Che non si vedono né si sentono. Ma si celebrano come farebbe una bella signora, felice di aver raggiunto un traguardo tanto importante ancora giovane, fresca e desiderata. E, in effetti, Nathalie rimane un’icona di stile senza tempo, uno tra i prodotti che vanta il maggior numero di plagi e "ispirazioni" in assoluto.

Era il 1978 quando Rosario Messina, fondatore di un’allora neonata Flou, captò le potenzialità del tessile e dell’imbottito (allora sconosciuto ai più) e volle un letto al quale abbinarlo. Il progetto fu firmato da Vico Magistretti che diede vita non solo a un semplice letto ma a una vera e propria innovazione tipologica, estetica e funzionale, che, di fatto, ha rappresentato uno spartiacque nella storia dell’arredamento contemporaneo, rivoluzionando l’eleganza e il gusto del dormire. Nathalie fece anche la sua parte nella rivoluzione dei costumi in corso negli anni ‘70: era il primo letto tessile moderno e poteva essere rifatto con il semplice gesto di una mano perché imbottito, funzionale e completamente sfoderabile. E con lui si acquistava tutto il “kit pronto per dormire": materasso, guanciali, piumini e biancheria coordinata.

Flou festeggia Nathalie (e contemporaneamente anche i 40 anni dell’azienda) con una limited edition di soli 299 esemplari che riproducono fedelmente una delle versioni di lancio, ricreata grazie al prezioso apporto del personale che all’epoca lavorava in azienda. Al “letto coi fiocchetti” è dedicato anche il volume Nathalie/40 curato da Ruben Modigliani che ne ripercorre la storia: testo e immagini interpretano l’evoluzione del gusto, del costume e dei fatti più significativi dal 1978 e, insieme, la collaborazione che portò il designer Vico Magistretti e l’industriale Rosario Messina ad avviare un dialogo ricco e stimolante, finalizzato a realizzare qualcosa di davvero nuovo seguendo il loro straordinario senso estetico. 

Al volume si affianca il cortometraggio scritto e diretto da Andrea Cavallari, ideato e prodotto da Cristian Rabbiosi. Con linguaggio poetico e suggestivo, il film narra la storia di una famiglia: una storia semplice, fatta di frammenti di vita, emozioni, tradizioni e insegnamenti. Filo conduttore e trait d’union di tutti questi momenti è un fiocco che si svela sul finale nel “fiocco perfetto” della testata di Nathalie. “Nathalie è anche la metafora della nostra famiglia: quell’insieme di valori è stato e sarà sempre il fondamento del nostro modo di vivere e del nostro modo di operare” amava sempre dire Rosario Messina.

 

NH_18_40-anni-di-Flou_G_001.jpg
NH_18_40-anni-di-Flou_G_002.jpg
NH_18_40-anni-di-Flou_G_003.jpg
NH_18_40-anni-di-Flou_G_004.jpg
NH_18_40-anni-di-Flou_G_005.jpg
NH_18_40-anni-di-Flou_G_006.jpg

01. Vico Magistretti e Rosario Messina
02. Rosario Messina, 1983
03. Letto Nathalie, 1978
04.-05. Letto Nathalie, limited edition
06. Letto Nathalie, schizzo