LIVINGSCAPES

Trend research - Home: la casa come luogo emozionale

La casa come experience emozionale in cui l’individuo riscopre la dimensione individuale e reinventa quella sociale. Dai macrotrend alla mappa per una lettura dello scenario dell’abitare contemporaneo.

TL_mappa-alto-Post-3.jpg
  • Home
  • Abitare
  • Lifestyle
  • Trend research
  • Cosiness
  • Personalizzazione
  • Sostenibilità
  • Ibridazione

Cosy Home
L’abitare dei sensi

La casa che coniuga intimità e agio, comfort e sicurezza in cui valori come l’autenticità, la verità e l’“umanità’” guidano le scelte. È la casa lontana dai dettami delle “mode” in cui il design rappresenta un mezzo espressivo e non è fine a se stesso. È concepita come un luogo dell’anima, del cuore, della vita, intesa sia come routine che come eccezionalità e indulgenza. È il luogo in cui si vive e si torna per riconnettersi con se stessi e con la propria rete di affetti.

TL_1_Cosy-Home_Post-3.jpg

Customized Home
L’abitare su misura

È la casa cucita sui gusti e lo stile unico di chi la abita. È il design che traduce il lusso ostentativo inteso come accumulo e/o collezionismo ma anche il lusso personale legato alla ricerca accurata della qualità e della singolarità di mobili e arredi non “ripetibili”, specchio delle proprie inclinazioni e delle proprie passioni: dall’amore per il classico – tradizionale o contemporaneo – all’eclettismo fino alla personalizzazione di materiali e tessuti. Le mura domestiche diventano anche uno spazio di sperimentazione e di auto-produzione in cui le persone mettono alla prova la propria creatività. È il luogo in cui trovano spazio i pezzi “unici” del nuovo artigianato digitale che, grazie alle nuove tecnologie di prototipazione rapida e stampa 3D, permette alle persone di interagire con i designer e partecipare attivamente al processo produttivo.

TL_2_Customized-Home_Post-3.jpg

Wild Style Home
L’abitare rinaturalizzato

È la casa che ri-crea la natura al suo interno. Qui il design trae ispirazione dal mondo organico e vegetale nelle forme, nei colori e nella texture dei materiali, che sono quelli “sostenibili” e/o “grezzi”, capaci di generare un’estetica volutamente imperfetta con forti rimandi all’immaginario rurale. È il luogo che integra natura e artificio all’insegna di un ritrovato equilibrio/armonia con l’ambiente e i cicli biologici.

TL_3_Wild-Style-Home_Post-3.jpg

InsideOut Home
L’abitare ibrido tra dentro e fuori

La casa come spazio privato sempre più aperto, pubblico e “social”. È la casa fortemente contaminata dall’esterno, i cui spazi diventano oggetto di una rinegoziazione continua tra la dimensione privata e la dimensione pubblica. È un luogo che si apre a esperienze aggreganti e socializzanti - spesso legate alle dinamiche della cultura digitale (social eating, house concert/theatre, house swapping, ecc.) – o a esperienze prima prerogativa degli spazi pubblici (il cinema, la palestra, l’ufficio, il museo, il negozio ecc.). In tal senso lo spazio domestico diventa un luogo in continua evoluzione che assume le caratteristiche cangianti di un social hub.

TL_4_Insideout-Home_Post-3.jpg