LIVINGSCAPES

Trend Research: Enabling House.
Enabling design

TL_EnablingHouse_Enablingdesign_00.jpg

Le proprietà “terapeutiche” del design non sono esclusivamente riservate a chi ne ha maggiormente bisogno, come i più anziani. Tra progettisti e giovani designer si fa sempre più strada la concezione che si possano trarre benefici concreti per la salute fisica dall’ambiente che ci circonda e dagli arredi che usiamo quotidianamente.

Il principio è quello del design thinking che mette al centro del processo creativo e progettuale i bisogni delle persone e la loro risposta emotiva e relazionale con l’oggetto o il prodotto che nasce per soddisfarli. In quest’ottica una sedia, oltre a una seduta confortevole e a un design accattivante, può avere un valore aggiunto in termini di “apprendimento” e miglioramento delle consuetudini, influendo in modo diretto sulla condizione fisica di chi la usa.

TL_EnablingHouse_Enablingdesign_01.jpg

Se progettato anche con questi criteri e popolato di oggetti che rispondono a queste caratteristiche, lo spazio abitativo può diventare molto di più di un ambiente confortevole e trasformarsi in uno strumento abilitante al mantenimento del benessere fisico di chi lo abita.

Fabian Zeijler è un designer, formatosi alla Design Academy di Eindhoven, la cui ricerca formalmente sofisticata e minimalista si focalizza sull’equilibrio di tre fattori: praticità, comfort e estetica. Al crocevia di questi elementi sta l’idea che mobili e arredi, oltre a svolgere una data funzione e a esprimere determinate valenze espressive, si configurino anche come veicoli e “dispensatori” di benessere.

TL_EnablingHouse_Enablingdesign_02.jpg

Come Purificatum che è un depuratore per l’aria e una lampada. Realizzato sia in versione piantana sia da tavolo, si può posizionare nel punto più idoneo della casa per migliorare la qualità dell’aria degli spazi domestici impattando positivamente sulla salute di chi li abita.

L’oggetto, dal design semplice e curato al tempo stesso, è anche un’elegante lampada la cui luminosità può variare dalle tonalità più fredde, per una maggiore concentrazione e produttività, a quelle più calde che favoriscono, invece, il riposo e il relax. Un approccio quello del designer olandese che pone l’accento sulla relazione emotiva che si instaura tra gli individui e l’ambiente in cui vivono e trascorrono gran parte del proprio tempo.

Zami è uno sgabello intelligente che nasce da una semplice constatazione: le persone passano sempre più tempo della vita sedute e, alla lunga, assumere una postura sbagliata favorisce l’insorgere di problemi al collo e alla schiena con pesanti ripercussioni sullo stato di salute generale.

Questo speciale sgabello è stato progettato in modo da favorire una seduta “attiva” che aiuta a mantenere la curva ottimale della spina dorsale. In pratica, lo sgabello “costringe” ad attivare i muscoli addominali per rimanere in equilibrio allenandoli, in questo modo, a sorreggere la schiena nel modo giusto. La seduta, inoltre, incorpora una tecnologia che permette, attraverso un’apposita app, di monitorare la propria “performance” attraverso feedback sulle proprie abitudini posturali per migliorarle giorno dopo giorno.

Il design di Zami nasce anche da accurate ricerche sull’ergonomia e, al contrario di soluzioni simili che spesso sacrificano l’estetica in nome della funzionalità, si distingue per lo stile in sintonia con gli standard del gusto contemporaneo, sia in virtù delle sue forme semplici e accattivanti al tempo stesso, sia in virtù della fattura artigianale e dell’utilizzo di materiali pregiati.

Complementi d’arredo come tende, cuscini, tappeti e rivestimenti contribuiscono a rendere calda e confortevole la casa oltre a giocare un’importante parte nel miglioramento dell’acustica e nella regolazione dei livelli di umidità. Ma possono trasformarsi in pericolosi nemici per chi soffre di asma e di allergie alla polvere e agli acari.

Questa osservazione dello Siem-Pabom Studio si è materializzata nel Cosy Carpet, un tappeto che può essere portato a una temperatura di 60° C e ridurre la presenza di allergeni nell’aria. L’orditura circolare è ottenuta da una corda intessuta a spirale che termina con una connessione idraulica.

Collegando ogni due mesi l’estremità a un radiatore, ad esempio, o a un’altra fonte di calore si fa circolare l’acqua calda nei tubi rivestiti di cui il tappeto è composto e si innesca il processo di ripulitura dell’aria. Simultaneamente il tappeto funge anche da sistema eco-sostenibile di riscaldamento del pavimento.

Cosy Carpet è disponibile in due varianti di colori – blu e verde – e insieme a un gradevole impatto estetico e cromatico dà alle persone più sensibili la libertà di circondarsi di tessuti e finiture che altrimenti dovrebbero bandire dagli ambienti domestici.