Salone del Mobile Milano

Giornata mondiale dell'architettura 2018

NH_18_World-Architecture-Day-2018_Landing_001.jpg

Creata nel 2005 dall’Union International des Architectes (UIA), la Giornata mondiale dell’architettura viene festeggiata come riconoscimento del lavoro degli architetti e per celebrare alcune delle maggiori opere architettoniche internazionali.

L’architettura ha un’enorme importanza e gli architetti hanno l’onere e l’onore di “modellare” tanti aspetti della nostra vita. L’architettura, dunque, gioca un ruolo essenziale nella progettazione del futuro, per sostenere la crescita della popolazione e affrontare un gran numero di problemi sociali.

In questa giornata, ogni anno, si tengono moltissimi eventi che raccolgono architetti, ingegneri, progettisti e urbanisti che condividono il loro lavoro, discutono dei progetti futuri, parlano delle questioni attuali e pongono le basi per i programmi del futuro. In molte parti del mondo sarà possibile visitare edifici solitamente chiusi al pubblico. Un’opportunità unica per osservare il dietro le quinte di costruzioni iconiche che normalmente possono essere ammirate solamente dall’esterno.

La Giornata mondiale dell’architettura 2018 segna il settantesimo anniversario dalla fondazione dell’UIA, creata nel 1948 per riunire gli architetti di tutto il mondo. Per celebrare la ricorrenza, lo scorso aprile, l’organizzazione internazionale che rappresenta 3,2 milioni di architetti nel mondo ha lanciato una gara per la creazione di un poster icona di questa edizione. Il progetto vincente è diventato l’identità visiva comune dei programmi e delle attività che si svolgeranno a livello internazionale.

I poster dovevano raccontare il tema "Architettura... per un mondo migliore!" includendo la frase nel design. Una giuria internazionale composta dai noti graphic designer Michael Bierut (USA), Trix Barmettler (Svizzera) e Sulki and Min (Korea) ha selezionato il vincitore tra 184 poster provenienti da 62 paesi da tutte le 5 Regioni dell’UIA sulla base di chiarezza e forza del messaggio, capacità di attirare l’attenzione, meriti artistici generali e facilità d’uso e riproduzione. 

Visto l’elevato numero di poster di qualità presentati, la giuria ha deciso di attribuire, oltre al Primo premio, anche un Secondo premio, un Terzo premio e una Menzione d’onore.

Il primo premio è andato al Design ID No. 575 di Ana Rute Costa & Rúben Ferreira Duarte (Portogallo), con la seguente motivazione: “Ci è piaciuto il messaggio semplice – la terra come casa, baciata dal sole. Ci fa subito sentire meglio”. “Questo poster” scrive la giuria “trasmette il messaggio più semplice e forte. La terra è la nostra casa, possiamo costruire le nostre case sulla terra, e l’architettura è il mezzo tramite cui mediamo il nostro abitare”. Evocando Antoine de Saint-Exupéry e un “tocco magico”, la giuria ha apprezzato l’esecuzione quasi infantile e il tratto manuale narrativo, che “centra l’effetto confortante con disegni che sembrano fatti da un bambino”. Un giurato ha pensato: “È un’idea che avrei voluto avere io”

Il secondo premio è andato a Mattia Salvà (Italia) per il suo poster giallo luminoso, No. 610. Secondo la giuria: “Il poster attira l’attenzione con forme semplici ma di forte impatto frequenti in architettura. Il colore giallo è potente e trasmette un segno di ottimismo sposandosi bene col messaggio delle linee guida. Le forme lasciano ampio spazio all’interpretazione e suscitano interesse. Il cerchio potrebbe essere il sole, la testa di una persona, o forse un labirinto? Il tema del poster è facilmente identificabile e si può applicare bene a vari media differenti. A seconda di quest’ultimo, le semplici forme posso assumere diverse realizzazioni e prendere vita. Il font chiaro aiuta a creare stabilità e trasmette un messaggio diretto”.

Il terzo premio è andato a Davide Folador (Italia) per il progetto No. 527. Rispetto al disegno, la giuria ha osservato: “La composizione cruda ritrae una vista semplice, una casa sotto al sole. Ci è piaciuta la composizione spoglia in bianco e nero, e come la breve descrizione dell’idea alla base del disegno sia inclusa nel disegno stesso”.  

La giuria ha attribuito la menzione d’onore a una designer di Hong Kong che si è registrata col nome Reena L., descrivendo il suo progetto come “una delle esecuzioni più riuscite tra le 184 ricevute”.

 

NH_18_World-Architecture-Day-2018_G_001.jpg
NH_18_World-Architecture-Day-2018_G_003.jpg
NH_18_World-Architecture-Day-2018_G_002.jpg
NH_18_World-Architecture-Day-2018_G_004.jpg

01. Primo premio - Ana Rute Costa & Rúben Ferreira Duarte
02. Secondo Premio - Davide Folador
03. Terzo premio - Mattia Salvà 
04. Menzione d'onore - Reena L.