Salone del Mobile Milano

Il V&A Dundee: il primo museo della Scozia dedicato al design

Unico avamposto al mondo del V&A Museum al di fuori di Londra, il V&A Dundee è, soprattutto, il primo museo della Scozia dedicato al design. Inaugurato a settembre, si propone di diventare non solo un centro internazionale per il design, ma anche un luogo d’ispirazione, scoperta e apprendimento. 

Progettato dall’architetto giapponese Kengo Kuma, il museo fa parte del piano di riqualificazione del lungofiume di Dundee, un tempo parte dell’area portuale della città. Con la sua complessa e spigolosa geometria, ispirata alle scogliere della costa orientale scozzese, si proietta sul fiume Tay – diventando un nuovo edificio-icona che unisce la città al suo waterfront storico.

“La grande idea per il V&A Dundee era unire natura e architettura per creare un nuovo salotto cittadino”, spiega l’architetto giapponese. “Sono follemente innamorato del panorama e della natura della Scozia. Mi sono ispirato alle scogliere della Scozia nord-orientale – è come se terra e acqua avessero creato questa forma spettacolare dopo una lunga discussione. Spero che il museo possa cambiare la città e divenirne il centro di gravità”.

La struttura, decisamente avveniristica, è composta da due volumi angolari avvolti da 2.500 pannelli orizzontali in cemento, che si uniscono al primo piano per dare forma a un unico edificio. Il museo si estende sul fiume Tay con un angolo a punta che si protrude come la prua di una barca. Questo spazio contiene la grande hall d’ingresso, la caffetteria e lo shop, con pareti in legno grezzo che richiamano il rivestimento esterno in cemento dell’edificio. Le gallerie si raggiungono grazie alla maestosa scala nel foyer. Al primo piano, la galleria di esposizioni temporanee da 1.100 metri quadrati e le gallerie permanenti dedicate al design scozzese si snodano a partire da un atrio centrale.

Cuore del V&A Dundee, le Scottish Design Galleries raccontano la storia e la tradizione internazionale della progettazione made in Scotland. Curate in collaborazione con il V&A, ospitano circa 300 pezzi provenienti dalle collezioni del V&A, e da musei e collezioni private scozzesi e internazionali, che spaziano nei campi dell’architettura, ceramica, ingegneria, moda, arredamento, sanità, gioielleria, tessuti, fino ad arrivare al design dei video game. 

Al centro di queste gallerie si trova, completamente restaurata, la splendida Oak Room di Charles Rennie Mackintosh, mente poliedrica ed esponente del cosiddetto Glasgow movement. La suggestiva stanza, ricoperta da boiserie lunghe 13,5 metri, venne progettata nel 1907 per le sale da tè di Catherine Cranston, intraprendente donna d'affari scozzese, a Glasgow, per poi essere salvata – e immagazzinata in centinaia di pezzi – quasi 50 anni fa. 

“Penso sia particolarmente corretto che la Oak Room di Charles Rennie Mackintosh si trovi al centro dell’edificio, in quanto ho ammirato molto i suoi progetti sin da quando ero studente", racconta Kuma. "Nella Oak Room, i visitatori percepiranno la sua sensibilità e il rispetto per la natura, e mi auguro riescano anche a entrare in connessione con il design creato per il V&A Dundee”.

Alle mostre temporanee e alle gallerie permanenti si affiancheranno nuovi progetti e installazioni, per sostenere e mettere in luce talenti emergenti del design. Saranno attivi, inoltre, spazi educativi dinamici per accogliere visitatori di qualsiasi età che vorranno prendere parte ad attività di design creativo; uno studio dove i progettisti condivideranno i loro lavori in divenire con i visitatori; un auditorium multifunzionale per conferenze ed eventi e un ristorante con vista spettacolare sul fiume Tay.

www.vam.ac.uk/dundee

 

NH_18_V_A_Dundee_G_001.jpg
NH_18_V_A_Dundee_G_002.jpg
NH_18_V_A_Dundee_G_003.jpg
NH_18_V_A_Dundee_G_004.jpg
NH_18_V_A_Dundee_G_005.jpg
NH_18_V_A_Dundee_G_006.jpg
NH_18_V_A_Dundee_G_007.jpg
NH_18_V_A_Dundee_G_008.jpg
NH_18_V_A_Dundee_G_009.jpg
NH_18_V_A_Dundee_G_010.jpg

© HuftonCrow