Salone del Mobile Milano

Nati al Satellite

Steven Ma

SC_SATELLITE_StevenMa_landing.jpg

Xuberance è specializzata nella progettazione con stampa 3D su diverse scale, da piccoli oggetti a grandi installazioni. Qual è la migliore applicazione della stampa 3D, per quanto riguarda la tipologia degli oggetti per la casa e l’uso quotidiano?
Nell’applicazione di stampa 3D i prodotti di consumo più venduti sono del design dell'illuminazione. Dal 2015 abbiamo venduto circa 3,6 milioni di RMB della serie Cloud, vincitrice del primo premio del SaloneSatellite Award 2015. Ma di recente i mobili in stampa 3D personalizzabili hanno subito una rapida crescita dal momento che la tecnica robotica della stampa 3D consente di stampare entro dieci ore un tavolo fino a 5 metri di lunghezza con materiali plastici compositi. L’idea della personalizzazione di massa nei prodotti di arredamento con variazioni di colore e lievi modifiche di dimensioni e forma consente ai consumatori di avere migliori esperienze di prodotti personalizzati secondo il proprio desiderio.

Questo genere di oggetti è apprezzato?

Questi oggetti stampati in 3D generalmente non possono essere prodotti con la tradizionale modalità di produzione a stampo. È un design più complesso in termini di forma e funzionalità. “More is More” (“di tutto e di più”). È tempo di celebrare la complessità della forma con l’uso della tecnologia di stampa 3D per fare qualcosa di diverso rispetto a prima e spingere il limite delle possibilità nel design con la nuova cultura dei materiali. Sempre più persone iniziano ad accettare prodotti di consumo stampati in 3D per l’uso quotidiano. È un processo e un viaggio per una nuova rivoluzione nel design per il futuro.

Hai molte esperienze nel campo dell'insegnamento. Che cosa aggiunge questa attività alla tua formazione professionale?

Insegno dal 2008 a Vienna, all'Università delle Arti applicate, alla ADD Aalto University, alla Hong Kong University, alla Tsinghua University, alla Tongji University D&I e Guangzhou CAFA. Ora sono il direttore per l’Asia del Southern California Institute of Architecture. Comunicare con diverse categorie di studenti di diverse scuole mi consente di scambiare costantemente idee di design tra l’insegnamento e la pratica professionale. Ogni scuola ha la propria identità e forza. L'uso di miscelare tecniche e design thinking con la tecnologia di stampa 3D è esponenziale. Sto imparando ogni giorno dalla curiosità degli studenti e dal loro pensiero creativo.

Hai completato la tua ricerca di dottorato su “Sostenibilità Estetica - Rendi visibile l’invisibile” (segnalato da Wolf D. Prix)? Puoi riassumere le proposte e i risultati principali?

Non ho terminato questa ricerca di dottorato, ma ho avviato la mia azienda di progettazione di stampa 3D professionale in Cina, subito dopo aver lasciato l’Europa nel 2014, e ho condotto esperimenti di progettazione di prodotti a stampa 3D e condotto ricerche sulle possibili applicazioni commerciali. È una tecnologia di fabbricazione sostenibile in cui non vengono prodotti materiali di scarto e spesso questo è visibile anche nell’estetica ottimizzata delle strutture dell’oggetto.

Quando e perché hai deciso di partecipare al Salone Satellite?

Sono tornato a Hong Kong nel 2013 e ho iniziato a fare alcuni piccoli progetti nel campo dell’architettura. Ma l’economia e il mercato architettonico non erano particolarmente favorevoli. Così nel 2014 abbiamo trasferito il nostro ufficio a Shanghai e iniziato a esplorare le possibilità dei prodotti di stampa 3D e della ricerca. E provare a capire l’applicazione della stampa 3D e dell’intera rete di processi di produzione nell’ambito della progettazione personalizzata di prodotti di massa in Cina. Il primo prodotto è stato la serie di lampade 3D-Printed Cloud. Abbiamo fatto 36 diverse varianti della superficie testurizzata del guscio. Alla fine per la partecipazione al SaloneSatellite abbiamo scelto 4 progetti principali che hanno le caratteristiche dei modelli di nuvole tradizionali cinesi. In verità abbiamo mancato la scadenza per l’invio del 2015, abbiamo mandato un’email a Marva e le abbiamo chiesto sinceramente se avessimo potuto partecipare quell’anno al SaloneSatellite, data la mia età. Sarebbe stato l’ultimo anno in cui avrei potuto unirmi a questo incredibile evento. Fortunatamente ha concesso la nostra candidatura e abbiamo vinto il primo premio del SaloneSatellite Award.

È stato importante per lo sviluppo della tua attività?

È stato estremamente importante aver vinto questo premio perché siamo un brand di design molto piccolo che promuove il design di prodotti di consumo stampati in 3D in Cina. Aver vinto questo importante premio internazionale per un prodotto stampato in 3D è quanto di meglio si possa desiderare per avviare una nuova attività. Dopotutto abbiamo una straordinaria esposizione mediatica e continuiamo a sviluppare più prodotti di design che si adattino alle esigenze dei consumatori in Cina. Dopo 3 anni di sviluppo, siamo cresciuti da 6 a un totale di 38 dipendenti nel 2018. I progetti vanno dai gioielli su piccola scala ad articoli per la tavola, moda, mobili, interior design e sculture su larga scala per installazioni esterne. Recentemente abbiamo aperto a Shanghai il primo “Museo della cultura della stampa 3D in Cina” con 5000 metri quadri di capacità e diversi 3D-Printing Cafes e Experience shop in Cina.

SC_SATELLITE_G_StevenMa_001.jpg
SC_SATELLITE_G_StevenMa_002.jpg
SC_SATELLITE_G_StevenMa_003.jpg
SC_SATELLITE_G_StevenMa_004.jpg
SC_SATELLITE_G_StevenMa_005.jpg
SC_SATELLITE_G_StevenMa_006.jpg
SC_SATELLITE_G_StevenMa_007.jpg
SC_SATELLITE_G_StevenMa_008.jpg
SC_SATELLITE_G_StevenMa_009.jpg

01. Lampada in stampa 3D con nylon, serie Cloud
SaloneSatellite Award 2015

02. - 09. Alcuni degli oggetti delle collezioni di Xuberance realizzati con stampa 3D utilizzando diversi materiali: oro, metalli, nylon, legno e ceramica.