Workplace3.0

il nuovo concept espositivo della biennale dedicata all'ufficio

Workplace3.0 si propone come insostituibile think tank per conoscere e comprendere i futuri e necessari cambiamenti degli spazi lavorativi. Non una semplice rassegna ma il punto di partenza per stimolanti idee di sviluppo in grado di rispondere al cambiamento e alle esigenze del mercato.


Il Salone dedicato all’ambiente di lavoro ha cambiato veste e nel 2015 è diventato Workplace3.0, un’area espositiva innovativa dedicata al design e alla tecnologia per la progettazione dello spazio di lavoro, che conferma la sua nuova vocazione: esplorare inedite modalità, forme e soluzioni per gli ambienti di lavoro “del futuro”, in cui fattore umano e tecnologie intelligenti ricoprono un ruolo cruciale.

Workplace3.0 occupa un’area espositiva di oltre 10.000 metri quadrati e ospiterà 110 aziende espositrici che sviluppano soluzioni in linea con i nuovi modi di lavorare e le nuove esigenze progettuali per “abitare” gli spazi di lavoro.

Il mondo del lavoro sta assistendo a una rapida evoluzione perché l’idea stessa di lavoro sta cambiando: nuove modalità necessitano differenti spazi di lavoro. Workplace3.0 si propone come l’evento, dedicato al design e alla tecnologia, in grado di rispondere al cambiamento e alle esigenze del mercato. In mostra le proposte migliori per progetti di fornitura, aree di accoglienza e di lavoro.

All’interno dei padiglioni di Workplace3.0  verrà realizzata la rassegna-evento A Joyful Sense at Work, curata da Cristiana Cutrona e preannunciata nel 2016, che darà forma e vita alle nuove teorie della progettazione del prodotto ufficio e degli ambienti di lavoro.

A JOYFUL SENSE AT WORK – IL CONCEPT

L’installazione di Workplace3.0 protagonista della 55ª edizione del Salone ha voluto raccontare il nuovo approccio alla progettazione degli ambienti di lavoro. Un'anticipazione di Workplace3.0 del 2017.

Oggi l’ufficio, al pari della città, viene definito “smart”. Sarebbe tuttavia riduttivo rimandare a una questione di tecnologia: smart è una nuova qualità di vita, un nuovo umanesimo in cui l’uomo è protagonista attivo. Garantire spazi per il lavoro individuale e la condivisione non è più sufficiente, ora è necessario attivare una nuova relazione basata sulla fiducia (confidenza creativa), “trust&sharing”. È in atto una nuova rivoluzione culturale che pone la progettazione al servizio dell’umanità, con il fine di produrre felicità. Un approccio antropocentrico al progetto: l’antropodesign, inteso come forma di linguaggio del pensiero, attività della mente, sintesi di intuizione, immaginazione, invenzione, innovazione, dispositivo di senso.

16_JSW_PAS.jpg

“A Joyful Sense at Work” parte da un processo di ricerca, di scambio, di cooperazione tra soggetti di discipline diverse e vuole delineare e raccontare attraverso un’installazione le basi del nuovo approccio alla progettazione degli ambienti di lavoro, rifondando la teoria della progettazione del prodotto ufficio e degli ambienti di lavoro.
Oggi la lettura e l’ascolto dei bisogni devono essere i cardini di una progettazione in cui il superamento delle regole e la definizione di poche semplici variabili possa definire il nuovo workplace come organismo adattivo, meno rigido e più capace di riprogettarsi all’istante. Il progetto sostenibile è quindi quello che soddisfa i bisogni, le attese e i diritti dell’individuo. In questo contesto il progettista diventa un mediatore di bisogni, capace di progettare spazi compiuti e finiti, ma al tempo stesso non finiti, adattivi e resilienti.

Nell’installazione “A Joyful Sense at Work” è stato tracciato il punto di partenza del percorso, un trailer che ci porterà al SaloneUfficio 2017. L’installazione è stata pensata come un’avvincente esperienza di forma e funzione che ci identifica in un modo nuovo, altro, ponendo l’uomo al centro e l’emozione al primo posto tra le funzioni.

16_JSW_PAS_002.jpg
Eventi_Joyful_01.jpg

L’ufficio sta attraversando un periodo molto sfidante. Non si rinnovano solo i prodotti, sta cambiando il modo stesso di concepire il lavoro e i suoi spazi. Pensare allo smart office oggi semplicemente in relazione all’affermarsi della tecnologia sarebbe riduttivo: “smart” è anche una nuova qualità della vita, approccio antropocentrico al design, nuovo umanesimo, rivoluzione culturale che pone la progettazione al servizio dell’umanità con il fine di produrre felicità.

Da questi spunti è nato “A Joyful Sense at Work”, ideato dall’architetto Cristiana Cutrona, fondatrice dello studio ReValue e progettista di alcuni tra i più significativi esempi di smart office in Italia. Per la realizzazione dell’installazione sono stati coinvolti alcuni rappresentati del mondo dell’arte: Filippo Riniolo per le installazioni video, insieme a Roberta Maddalena e Tommaso Melideo di Studio Quantica per le sculture site specific con la curatela artistica di Francesco Cascino.

4 buoni motivi per visitare Workplace3.0
  • 110 espositori su 10.000 metri quadrati
  • Business: nel 2015, la stima del commercio mondiale del settore arredo ufficio è pari a circa 8.491,69 milioni di Euro.
  • Il punto di partenza per stimolanti idee di sviluppo in grado di rispondere al cambiamento e alle esigenze del mercato.
  • Palcoscenico di soluzioni progettuali pensate per incidere positivamente sul work-life balance

Prodotti esposti


Arredamenti per posti di lavoro per disabili
Arredamenti per sale riunioni
Arredamenti per uffici direzionali
Arredamenti per uffici operativi
Classificatori, schedari, armadi per archiviazione
Pareti attrezzate, pareti divisorie
Scaffalature compattabili
Sistemi di mobili modulari, anche con pareti, con integrazione di linee elettriche, telefoniche, ecc.

Arredi per banche e istituti assicurativi
Arredi per biblioteche
Arredi per sale convegno
Arredi per scuole
Arredi speciali per attese e comunità
Arredi speciali per impianti sportivi, cinema e teatro, call center
Arredi speciali per sale sportelli
Arredi speciali per servizi di mobilità (aeroporti, stazioni, ecc.)

Sedie, poltrone e divani direzionali
Sedie, poltrone e divani operativi
Sedie e poltrone per teatri, cinema e sale conferenze, impianti sportivi, ecc

Elementi acustici per soffitti
Mobili con ante fonoassorbenti
Pareti acustiche divisorie e mobili
Pavimenti attrezzati e fonoassorbenti
Rivestimenti per pareti: acustici, in legno, in tessuto, in plastica
Rivestimenti per pavimenti
Rivestimenti tessili per pavimenti
Soffitti attrezzati e fonoassorbenti

Casseforti e camere blindate
Condizionatori d'aria
Impianti antincendio
Impianti di sicurezza, altro
Pareti e porte blindate
Sistemi antincendio e di segnalazione in caso di incendio, fumo e gas
Sistemi di riscaldamento e condizionamento d'aria
Sistemi di sorveglianza e controllo

Complementi d'arredamento e accessori
Elementi di segnaletica
Frigo bar
Tende e sistemi di schermatura
Sistemi di illuminazione
Lampade per posti di lavoro

Attrezzature e impianti per sale convegno (video, simultanea, call center, ecc.)
Progettazione e consulenza per sistemi integrati
Soluzioni audio-video integrate con sistemi di controllo

Addestramento e formazione del personale
Catering
Consulenza aziendale
Studi di progettazione specializzati in ambienti di lavoro
Portali
Progettazione e gestione del verde

Tra gli espositori si possono trovare anche:
Enti e associazioni di settore, Giornali, riviste e pubblicazioni di settore


Edizione 2015

10.393,25


MQ ESPOSITIVI

123


ESPOSITORI

310.383


VISITATORI

272.439


DI CUI OPERATORI