17 aprile - 22 aprile 2012

Design Dance

Teatro dell'Arte, Triennale di Milano

I Saloni proseguono il loro progetto di cultura e informazione con un evento-spettacolo che vuole seguire la grande avventura umana attraverso l’esperienza unica del design.


Questa è dunque la terza puntata della trilogia sulla nascita e ascesa del design italiano di cui i Saloni sono stati promotori e protagonisti nel 2011 con la rappresentazione teatrale “Mani grandi, senza fine” realizzata con il Piccolo Teatro* e la quarta edizione del Triennale Design Museum “Le fabbriche dei sogni”.

I protagonisti di “Design Dance” sono 456 oggetti di design, classici e moderni, messi in movimento da attori, acrobati e danzatori, dai meccanismi magici del teatro. Presenti sulla scena o raccontati con immagini in movimento. Insieme a poltrone, sedie, letti, librerie, tavoli, tavolini, pouf e comodini, sul palco attori e danzatori, a muoverli e a muoversi fra loro, perché la grandezza di questi oggetti è anche nel rapporto esatto che hanno con il corpo umano.

Attori, star, dive. Oggetti di cui tutti conoscono il nome, il colore, le varianti e l’anno di produzione. E oggetti avverati, debuttanti. Una produzione originale realizzata per i Saloni 2012, in scena al Teatro dell’Arte della Triennale di Milano.

“Design Dance” è uno spettacolo nato da un laboratorio di creazione con attori, acrobati, scenografi e costumisti. Più di 60 coinvolti nella realizzazione tra autori, interpreti e tecnici, e 30 studenti di Naba, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Sei mesi di produzione, 500 ore di prove, 20 cambi scena, 3 mila immagini d’archivio selezionate e più di 200 le aziende che partecipano con i loro prodotti alla sfida di trasformare in protagonisti gli oggetti sulla scena: divani che volano, tavolini che suonano, lampade che ballano.

 

Progetto e regia: Michela Marelli e Francesca Molteni

Testo: Francesca Molteni, Michela Marelli, Filippo Soldi

Scene: Margherita Palli in collaborazione con la Scuola di Scenografia di NABA, con le docenti Francesca Pedrotti, Alice De Bortoli e gli studenti Matteo Patrucco, Laura Galmarini, Federica Barbino, Lidia Musio e Francesca De Francesco

Video: Muse Factory of Projects con Studio Due Effe e Marco Dinoia

Direzione coreografica: Francesco Sgrò

Coreografie: Collettivo 320 Chili, vincitore del Premio Equilibrio Roma 2010 per la danza contemporanea

Costumi: studenti del Triennio di Fashion Design di NABA, progetto a cura di Colomba Leddi e Caterina Filice con Andrea Trinceri e Bruna Garabelli (Dipartimento di Fashion Design di NABA)

Luci: Claudio De Pace

Musiche: Fabrizio Campanelli

Interpreti: Giorgia Antonelli, Roberta Biagiarelli, Titino Carrara, Alice Melloni, David Remondini, Diego Runko, Giulia Versari

Danzatori: Elena Burani, Piergiorgio Milano, Fabio Nicolini, Roberto Sblattero, Francesco Sgrò

Organizzazione: Fabio Ferretti

Produzione: Muse Factory of Projects/teatro in-folio Residenza Carte Vive con il sostegno di Fondazione Cariplo-Progetto Être e NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano