Il pensiero

TRA MODERNITÀ E TRADIZIONE

“Nella nostra generazione si è giunti alla convinzione che essere moderno vuol dire far parte di una catena con una mano nel futuro e una nel passato".

F_VM_Pensiero3_000.jpg

"Se l'Italian Design ha sviluppato qualche cosa che aveva dei collegamenti con l'industria è stato merito della teoria di Gropius del Bauhaus: facciamo parte di una civiltà produttiva industriale, quindi lavoriamo per il grande numero. Infatti il grande numero è quello che dà un senso al design".

VICO MAGISTRETTI

Nel 2016 Kartell ha festeggiato i 20 anni di Maui, un sistema di sedute disegnato da Vico Magistretti nel 1996. Ancora oggi, Maui è un everlasting di design e un best seller dell’azienda: in 20 anni ha venduto più di 1.500.000 di pezzi in tutto il mondo.

F_VM_Pensiero3_001.jpg0

Schizzi, Archivio Studio Magistretti  

F_VM_Pensiero3_001.jpg

Maui COURTESY KARTELL

F_VM_Pensiero2_000.jpg

“Una scuola come il liceo classico, dà delle informazioni importanti perché fa capire, proprio nel suo iter culturale che comincia da “rosa, rosae” e poi va avanti fino al greco [...], che ci sono sempre, non solo nelle lingue e non solo nel latino e nel greco, delle cose estremamente importanti, delle cose un pochino meno importanti, delle cose ancora meno importanti e delle cose che possono essere usate come meglio si preferisce. È un grande insegnamento che si traduce bene nel nostro mestiere.” 

VICO MAGISTRETTI

F_VM_Pensiero2_001.jpg

Sindbad PH Mario Carrieri courtesy Cassina

F_VM_Pensiero_001.jpg

La sedia Golem, disegnata per Poggi nel 1968, nasce come un omaggio alle sedie di Rennie Mackintosh ma è evidente l'intenzione di Magistretti di adattare l'elaborata raffinatezza del maestro scozzese alle moderne esigenze di ergonomia. 

F_VM_Pensiero_001b.jpg

Schizzi, Archivio Studio Magistretti