Il pensiero

LA RICERCA DI UN ORDINE

«È più dalle nostre opere che diffondiamo delle idee che non attraverso noi stessi».

F_FA_Eventi_001_Pensiero.jpg

Franco Albini non ha mai dato vere e proprie “lezioni” semmai indirizzi e sollecitazioni a osservare il mondo, e notare i dettagli o i colori o le ombre di ciò che ci circonda.

Il suo insegnamento è stato prima di tutto una scuola di vita, i cui contenuti si sono stratificati con lentezza senza che ce ne si accorgesse rimanendo dentro come radici, come dicono Renzo Piano, suo allievo e Marco Albini, suo figlio.

Quella di Albini era una scuola fatta di silenzi, gran parte dei quali era dovuta al “portarsi dietro”, o meglio in testa, il progetto a cui in quel momento stava lavorando e che ripassava mentalmente mentre faceva altro, secondo il principio citato da Franca Helg “che usava tenere sulle ginocchia un progetto come si fa con un bambino”.

F_FA_Pensiero_002.jpg

Mostra dell'Antica Oreficeria italiana, Vi Triennale di Milano, 1936

F_FA_Pensiero_003.jpg

Mostra Scipione, Pinacoteca di Brera, Milano, 1941