16 April - 19 July 2015

Leonardo da Vinci 1452-1519

Il disegno del mondo

Palazzo Reale, Milano

La più grande esposizione dedicata a Leonardo da Vinci mai realizzata in Italia presenta una visione di Leonardo trasversale su tutta la sua opera.


Poliedrico personaggio, artista e scienziato, Leonardo viene raccontato attraverso alcuni temi centrali: il disegno; il continuo paragone tra le arti: disegno, pittura, scultura; il confronto con l'antico; i moti dell'animo; il suo tendere verso progetti utopistici; l'automazione meccanica, temi che sottolineano l’intrecciarsi continuo nella sua opera di scienze e arti.

Ideata per un pubblico vasto e non di soli specialisti, la mostra illustra attraverso dodici sezioni le tematiche centrali di Leonardo, abbracciando non solo gli anni della sua formazione fiorentina, ma anche i due soggiorni milanesi, fino alla sua permanenza in Francia. Il percorso espositivo presenta opere autografe di Leonardo – dipinti, disegni e manoscritti – introdotte dalle opere dei suoi predecessori – pittori, scultori, tecnici, teorici – per contestualizzare il suo contributo nella storia dell’arte, della scienza e della tecnica offrendo un ritratto dell’artista e dello scienziato del suo tempo.

La mostra ospita anche un nucleo significativo di capolavori pittorici di Leonardo, alcuni dei suoi codici originali e oltre cento disegni autografi, oltre che un cospicuo numero di opere d’arte – dipinti, disegni, manoscritti, sculture, codici, incunaboli e cinquecentine – provenienti dai maggiori Musei e Biblioteche del mondo e da collezioni private.

Significativo il numero di dipinti di Leonardo: San Gerolamo della Pinacoteca Vaticana, Madonna Dreyfuss della National Gallery of Art di Washington, Scapiliata della Galleria Nazionale di Parma, Ritratto di musico dell’Ambrosiana. Particolarmente importante, poi, il prestito di ben tre dipinti dal Museo del Louvre: Belle Ferronière, Annunciazione, San Giovanni Battista.

Sono esposti anche due modelli storici di macchine di proprietà del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia – il carro automotore, il maglio battiloro – realizzati dall’interpretazione dei disegni di Leonardo.

Affiancano la mostra una serie di approfondimenti fuori sede (oltre Palazzo Reale), che coinvolgono, nel territorio urbano e lombardo, i luoghi di Leonardo, con mostre parallele nella Biblioteca Trivulziana al Castello Sforzesco di Milano (Il Codice Trivulziano e la ricostruzione della Biblioteca di Leonardo), nella Sala delle Asse sempre al Castello (sulla decorazione e il restauro del monocromo di Leonardo), nella Pinacoteca Ambrosiana (Il Mondo di Leonardo).

Ideato e prodotto da Palazzo Reale e Skira, il progetto, promosso dal Comune di Milano, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con la collaborazione della Veneranda Biblioteca Pinacoteca Ambrosiana con la partecipazione del Salone del Mobile, è curato da Pietro C. Marani e Maria Teresa Fiorio – tra gli storici dell'arte più importanti per gli studi sul grande genio del Rinascimento.